L’artista impaginato – Salvo

Torino - 09/06/2015 : 09/06/2015

Viene presentato per la prima volta a Torino il catalogo Salvo, a cura di Renato Barilli, Modena, Galleria Mazzoli Editore, 2015, che documenta le opere più recenti dell’artista.

Informazioni

Comunicato stampa

Dialoghi intorno ai cataloghi d’arte

Biblioteca d’Arte Fondazione Torino Musei


3 giugno - 7 luglio 2015

Sala Uno GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea
Via Magenta 31 - Torino

Che cos’è oggi un catalogo d’arte? Il prodotto editoriale di una mostra? Uno strumento di marketing? Uno studio analitico del lavoro di un artista? E che cos’è, invece, un libro d’artista? A questi interrogativi si propone di rispondere il ciclo d’incontri a ingresso libero organizzato dalla Biblioteca d’Arte della Fondazione Torino Musei



Ciascun appuntamento affianca all’artista coinvolto il curatore del volume in oggetto, oppure un relatore esperto dell’artista stesso.

Il progetto è curato da Stefania Audisio, sotto la direzione di Riccardo Passoni, direttore della Biblioteca d’Arte della Fondazione Torino Musei e vicedirettore della GAM di Torino.


Martedì 9 giugno, ore 18.00

SALVO INCONTRA RENATO BARILLI

Sala 1 GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea | Via Magenta 31 - Torino
Ingresso libero all’incontro fino a esaurimento posti disponibili

Viene presentato per la prima volta a Torino il catalogo Salvo, a cura di Renato Barilli, Modena, Galleria Mazzoli Editore, 2015, che documenta le opere più recenti dell’artista.

Salvo nasce a Leonforte (En) nel 1947. Vive e lavora a Torino. Dopo un primo periodo concettuale (le lapidi in marmo su cui sono incise parole o frasi), dal 1973 l'artista torna alla pittura tradizionale con i d'après: citazioni di opere antiche, a cui seguono i paesaggi mitologici e gli Interni con funzioni straordinarie. Quello di Salvo è un universo caleidoscopico di rovine classiche, moschee, suggestive marine, case di campagna, nature morte, romantiche cittadine, valli e pianure.
Ha partecipato a numerose mostre in musei e gallerie e a importanti manifestazioni in Italia e all’estero, tra cui la 121° Esposizione della Società Promotrice delle Belle Arti di Torino già nel 1963, Documenta 5 a Kassel nel 1972, la Biennale di Venezia nel 1976 e nel 1984. Nel 2007 la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino gli ha dedicato un'ampia mostra antologica. Dal 7 marzo al 30 aprile 2015 la Galleria Mazzoli di Modena ha presentato una personale dell'artista con i dipinti da lui realizzati negli ultimi due anni.


Renato Barilli, nato nel 1935, professore emerito presso l’Università di Bologna, ha svolto una lunga carriera insegnando Fenomenologia degli stili al corso DAMS. I suoi interessi, muovendo dall’estetica, sono andati sia alla critica letteraria sia alla critica d’arte. È autore di numerosi libri tra cui: Tra presenza e assenza (Bompiani, 1974), Scienza della cultura e fenomenologia degli stili (Il Mulino, 1982, nuova ed. 2007), L’arte contemporanea (Feltrinelli, 1984, nuova ed. 2005), Il ciclo del postmoderno (Feltrinelli, 1987), La neoavanguardia italiana (Il Mulino, 1995, nuova ed. 2007), L’alba del contemporaneo (Feltrinelli, 1995), Impressionismi in Europa (Skira, 2001), Dal Boccaccio al Verga. La narrativa italiana in età moderna (Bompiani, 2003), Maniera moderna e Manierismo (Feltrinelli, 2004), Prima e dopo il Duemila. La ricerca artistica 1970-2005 (Feltrinelli, 2006), Storia dell’arte contemporanea in Italia. Da Canova alle ultime tendenze (Bollati Boringhieri, 2007), La narrativa europea in età moderna. Da Defoe a Tolstoj (Bompiani, 2010), Autoritratto a stampa (Logo Fausto Lupetti, 2010), Arte e cultura materiale in Occidente (Bollati Boringhieri, 2011), Tutto sul postmoderno (Guaraldi, 2013) e La narrativa europea in età contemporanea. Cechov, Joyce, Proust, Woolf, Musil (Mursia, 2014). È stato organizzatore di numerose mostre sull’arte italiana dell’Ottocento e del Novecento.



>>>>>>>>>>>>>>>

Prossimi incontri:


martedì 16 giugno, ore 18.00 | Botto & Bruno incontrano Riccardo Passoni
Punto di partenza della discussione fra i due artisti torinesi e il direttore della Biblioteca d’Arte della Fondazione Torino Musei è il catalogo Botto & Bruno: low, Madrid, Istituto italiano de Cultura, (2012-13).

martedì 23 giugno, ore 18.00 | Stefano Arienti incontra Giovanni Ferrario
Arricchito dalla presenza dei lavori su carta di Arienti, il confronto nasce dal Libro d’artista La danza delle polveri, Mantova, Corraini, 2009, realizzato da Arienti insieme a Ferrario e dalla monografia di Ferrario Quasi, Mantova, Corraini, 2015.

martedì 30 giugno, ore 18.00 | Enrico T. De Paris incontra Gabriele Beccaria e Anthony Louis Marasco
Al centro del dialogo è il volume Enrico T. De Paris: on air [the future is an unmapped land], Torino, Allemandi, 2014, una selezione di appunti, testi, materiali documentari, fotografie, opere e disegni dell’artista.

martedì 7 luglio, ore 18.00 | Paolo Grassino incontra Alberto Zanchetta
La discussione si sviluppa intorno al catalogo della mostra delle opere di Grassino Magazzinoscuro, a cura di Alberto Zanchetta, allestita al MAC di Lissone dal 7 marzo al 24 maggio 2015.