La notte di San Lorenzo

Bologna - 10/08/2013 : 10/08/2013

Serata di poesia ideata e curata da Niva Lorenzini, affidata quest’anno al Teatro Valdoca, che da sempre coniuga il teatro con la poesia, la danza, la musica.

Informazioni

Comunicato stampa

A NOTTE DI SAN LORENZO
serata di poesia ideata e curata da Niva Lorenzini

Sabato 10 agosto 2013, ore 21.30
Giardino della Memoria
(Parco della Zucca - via di Saliceto, 3/22 – Bologna)
nell’ambito di bè bolognaestate 2013

progetto artistico Teatro Valdoca
regia, scene, luci, costumi Cesare Ronconi
drammaturgia Mariangela Gualtieri
con Mariangela Gualtieri
e con Nicola D’Altri, Roberta Sireno
danzatrice Lucia Palladino

In apertura di serata Leila Falà leggerà “Oggetti”

A chiudere il programma di Arte memoria viva a Bologna nel Giardino della Memoria antistante il Museo per la Memoria di Ustica (Parco della Zucca, via di Saliceto 3/22) sabato 10 agosto sarà “La notte di San Lorenzo”, serata di poesia ideata e curata da Niva Lorenzini, affidata quest’anno al Teatro Valdoca, che da sempre coniuga il teatro con la poesia, la danza, la musica.
La "Notte di San Lorenzo" vedrà così anche quest'anno la poesia farsi protagonista della memoria e della testimonianza per le vittime della strage di Ustica. All'interno dello spettacolo, ideato da Mariangela Gualtieri e Cesare Ronconi, la voce di Mariangela dialogherà in versi con quella di poeti consacrati dalla tradizione, come Pascoli, Pessoa, Borges, Amelia Rosselli, e con le voci dei giovani poeti Roberta Sireno e Nicola D'Altri, proseguendo l'impostazione proposta da Niva Lorenzini per la serata del 10 agosto. Accanto a loro la danzatrice Lucia Palladino.

“Il relitto - scrive il Teatro Valdoca - ci è apparso potentissimo nella sua determinazione a dirsi, a dire che quel dolore c’è stato e che resta, a dire che quei corpi erano vivi e che in quello scoppio, nei vivi rimasti, si è aperta una ferita senza guarigione: buchi e crateri per sempre, come in quella carlinga d’aereo. C’è una immensa dichiarazione di dolore, un faccia a faccia con esso, un guardare dritto nei suoi abissi inspiegabili e spesso così inspiegabilmente fecondi. Qui si è scelto il balsamo che già i greci praticavano così bene: il teatro, la poesia, la danza, l’arte. E’ qui che si edifica l’antidoto a quell’animale miserabile che non ha pietà, che nasconde e si nasconde, che può vivere nella menzogna e nella sopraffazione, e che purtroppo alberga anche dentro di noi. Adesso che ogni ideologia ha mostrato il baco che aveva dentro, e che un impero chimico si erge in gocce e pillole contro la memoria di ogni dolore, la poesia inaugura la propria rivoluzione, come musica in accordo con la vita, dentro lo stridio del vociare vuoto che ci assilla con la sua solfa di notiziari e malauguri”.

In apertura di serata Leila Falà leggerà “Oggetti”, silloge di poesie composte dall’autrice e dedicata all’anniversario della strage di Ustica.

La serata fa parte di “ARTE MEMORIA VIVA – Dalla verità alla storia”, il programma di iniziative promosse dall’Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica in occasione del XXXIII Anniversario della Strage, inserite nel cartellone di bè bolognaestate 2013, il cartellone estivo sostenuto e promosso dal Comune di Bologna.
ARTE MEMORIA VIVA è un progetto di: Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica e Museo per la Memoria di Ustica. Con il sostegno di: Regione Emilia-Romagna, Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, Assemblea Legislativa della Regione Sicilia, Provincia di Bologna, Comune di Bologna, MAMbo, Quartiere Navile, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Fondazione del Monte di Bologna. Main sponsor: Gruppo Unipol. Con il patrocinio del Dipartimento delle Arti e del Dipartimento di Italianistica dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna. In collaborazione con Associazione Scenario, Cronopios, Officina Immagine, Akamu. Si ringrazia Lega Coop Bologna, TPER.
bè bolognaestate 2013 è il cartellone di eventi coordinato e sostenuto dal Comune di Bologna, in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e Gruppo Unipol.

L’ingresso è gratuito. In caso di maltempo lo spettacolo si terrà presso la Sala del Centro Montanari.


VISITARE IL MUSEO PER LA MEMORIA DI USTICA:
Dal 27 giugno al 2 settembre: orario di apertura, dal venerdì alla domenica, dalle h 17.00 alle h 20.00. In occasione degli eventi del Giardino della Memoria, il Museo rimarrà aperto dalle h 17.00 fino alle h 24.00.