La luce dichiara la penombra suggerisce

Bologna - 10/01/2015 : 17/01/2015

"La luce dichiara, la penombra suggerisce" è una mostra fotografica di Gianluca Strazzier unita ad una selezione iconografica curata da Chiara Cretella.

Informazioni

  • Luogo: ADIACENZE
  • Indirizzo: Vicolo Spirito Santo 1/B - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 10/01/2015 - al 17/01/2015
  • Vernissage: 10/01/2015 ore 19
  • Autori: Gianluca Strazzier, Chiara Cretella
  • Generi: fotografia, arte contemporanea, doppia personale

Comunicato stampa

"La luce dichiara, la penombra suggerisce" è una mostra fotografica di Gianluca Strazzier unita ad una selezione iconografica curata da Chiara Cretella; la mostra fa parte del progetto internazionale “La Domada” nato dalla collaborazione tra la Compagnia della Quarta, ensemble di Bologna diretto da Mario Coccetti, e Fernando Làzaro Danza 180° (Madrid, Spagna). Partendo da "La Bisbetica domata" di William Shakespeare, tutto il progetto curato dalla Compagnia della Quarta costituisce una rielaborazione contemporanea e spiazzante il cui tema centrale è la violenza sulle donne



La mostra verterà sulle fotografie della messa in opera dello spettacolo teatrale e sarà collegata alle suggestioni visive di Chiara Cretella con opere che si uniscono perfettamente in un richiamo continuo con la danza/teatro della Compagnia della Quarta: fotografia, arte e performance si mescolano e si confrontano per creare un universo fatto di immagini e suggestioni in un luogo di riflessione e incontro.

Luce e ombra appartengono allo stesso universo.

Ogni angolo, ogni anfratto, ogni dettaglio, ogni corpo, ogni più piccolo spazio può essere definito attraverso i rispettivi contrasti tra chiaro e scuro. Luce e ombra non sono due stati differenti della stessa materia ma la materia stessa. Bassorilievi, prospettive pittoriche, trompe-l'œil e opere d’arte hanno scolpito immagini, volti e architetture calibrando il giusto peso tra le parti immerse nella fonte luminosa e le parti che ne rimangono inevitabilmente prive. Anche per il giorno e la notte è un continuo accavallarsi di spazi luminosi e spazi oscuri ma uno non è il contrario dell’altro, semmai l’uno è la completezza dell’altro.
Per i sentimenti vale la stessa regola giacché i sentimenti appartengono a questo universo. A volte può essere più difficile individuarli nelle loro sfumature di bianco e nero perché difficile è la concretezza degli impulsi emotivi, altre volte però gli stati d’animo prendono forma e riescono a raccontare un mondo visivo in cui pensieri, azioni e volontà si distaccano dalle ombre per cercare la luce e modellare lo spazio circostante, alla ricerca di un corpo dinamico in cui riversare i pensieri.
È questo che fa Gianluca Strazzier nella sua opera, imprime nell’occhio metallico dell’obiettivo quella frazione di secondo in cui il pensiero si fa carne e la carne si fa azione per portare allo spettatore una verità emotiva fatta di contrasti e di realtà, lo stesso cosmo che trova la sua luce e la sua ombra tra le trame di un indispensabile filo conduttore tracciato da Chiara Cretella tra le iconografie della violenza contro le donne nella storia dell’arte.

Durante l'inaugurazione alle ore 20 circa si terrà un intervento performativo con Viviana Cappelli, Ida Strizzi e Patrizia Proclivi.
Luce e ombra si rincorreranno tra le pieghe del canto e della danza. Suggestioni vocali vi porteranno in un ambiente sonoro in cui musica, messaggio e ritmo si fonderanno a vicenda per trasportarvi in un mondo “altro” affascinante e onirico.


IL PROGETTO “LA DOMADA” È SOSTENUTO DA:
Regione Emilia-Romagna, Dipartimento di Promozione ed Economia della Città di Bologna,
Banca di Imola S.p.A., Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.
CON IL PATROCINIO DI:
Comune di Bologna