La Calabria com’era

Cosenza - 20/12/2014 : 22/02/2015

L’esposizione, a cura di Antonio Panzarella, comprende 160 grandi stampe di fotografie dell’ Archivio Storico del Banco di Napoli e della Fondazione archivio storico fotografico della Calabria e in più oggetti e macchine fotografiche d’epoca, unitamente ad alcuni pregiati fondali provenienti da uno storico studio fotografico calabrese e a documenti conservati nell’archivio dell’istituto Banco di Napoli Fondazione.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA NAZIONALE - PALAZZO ARNONE
  • Indirizzo: Via Gian Vincenzo Gravina - Cosenza - Calabria
  • Quando: dal 20/12/2014 - al 22/02/2015
  • Vernissage: 20/12/2014 ore 16
  • Curatori: Antonio Panzarella
  • Generi: documentaria, fotografia
  • Orari: da martedì a domenica, dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Comunicato stampa

Sabato 20 dicembre 2014, alle ore 16.00, a Cosenza, Palazzo Arnone, negli spazi
espositivi dedicati alle mostre temporanee della Galleria Nazionale di Cosenza, sarà inaugurata la mostra La Calabria com’era. Fotografia e fotografi tra’800 e ‘900.
L’esposizione, a cura di Antonio Panzarella, comprende 160 grandi stampe di fotografie dell’ Archivio Storico del Banco di Napoli e della Fondazione archivio storico fotografico della Calabria e in più oggetti e macchine fotografiche d’epoca, unitamente ad alcuni pregiati fondali provenienti da uno storico studio fotografico calabrese e a documenti conservati nell’archivio dell’istituto Banco di Napoli Fondazione


Sarà possibile ammirare la Calabria di ieri, narrata da maestri dell’arte fotografica che faranno rivivere, con le loro suggestive immagini, aspetti umani, economici e culturali di una regione affascinante e particolare.
Partecipano all’inaugurazione Francesco Prosperetti, direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria; Mario Bozzo, presidente Fondazione Carical; Daniele Marrama, presidente istituto Banco di Napoli Fondazione; Luigi Maria Lombardi Satriani, antropologo; Edoardo Nappi, responsabile Archivio Storico Banco di Napoli Fondazione e Antonio Panzarella, docente Accademia Belle Arti di Roma. Coordina: Gennaro Cosentino, giornalista Rai.