Kinéma cinema e arti visive

Agrigento - 19/08/2021 : 21/08/2021

La Grecia e il cinema, il classico e il contemporaneo, la storia e il presente. Sono queste le radici di Kinéma la rassegna di cinema e arti visive curata da Leandro Picarella, che animerà il Parco della Valle dei Templi per tre giorni di proiezioni e incontri- aperti al pubblico e gratuiti- dedicati al meglio del cinema contemporaneo e ai suoi protagonisti.

Informazioni

Comunicato stampa

La radice della parola Cinema viene dal greco κίνημα, -ατος e vuol dire movimento;

Kinèma suggerisce l’idea di movimento e apertura; è questa l'essenza della nostra rassegna,

ne rappresenta il concetto basilare: una via d’uscita dall’idea di un mondo immobile e individualista.

Leandro Picarella

La Grecia e il cinema, il classico e il contemporaneo, la storia e il presente

Sono queste le radici di Kinéma la rassegna di cinema e arti visive curata da Leandro Picarella, che animerà il Parco della Valle dei Templi dal 19 al 21 agosto, per tre giorni di proiezioni e incontri- aperti al pubblico e gratuiti- dedicati al meglio del cinema contemporaneo e ai suoi protagonisti, in un luogo di straordinaria bellezza: ai piedi del Tempio di Giunone, nel parco archeologico e paesaggistico più esteso del mondo- circa 1300 ettari- Patrimonio Culturale dell'Umanità, UNESCO.

Un festival che non è soltanto una rassegna di cinema, ma un laboratorio creativo che offre uno spaccato culturale ampio e all’avanguardia, fra cinema fotografia, teatro e giornalismo.

Letizia Battaglia, Emma Dante, Pietrangelo Buttafuoco, Donatella Finocchiaro, Corrado Fortuna, Ornella Sgroi ed Ester Pantano, sono i protagonisti di questa edizione che celebra la Sicilia ma con un respiro internazionale, e ospita una selezione di film e cortometraggi capaci di abbracciare temi e sensibilità diverse.

Kinéma vuole offrire al suo pubblico la possibilità di un ritorno all’incontro, opponendosi al distanziamento sociale pur mantenendo quello fisico, cercando di sanare quella profonda ferita che la pandemia ha inferto – e ancora sta infliggendo – alla nostra società. Tempo dunque di ritorno, alla vita e alla cultura grazie a una programmazione curata, che punta anche a creare occasioni d’incontro e scambio tra gli artisti invitati e il pubblico, in un clima di grande informalità e condivisione.

“Piattaforme streaming, serialità, contenuti su contenuti (quanti contenuti!) si sono fatti trovare pronti di fronte alla situazione creata dalla pandemia; e così, soli nelle nostre case davanti a schermi piccoli o grandi, con le nostre casse bluetooth, con i nostri impianti surround o i nostri proiettori, cerchiamo di ricreare un’esperienza che velocemente diventa abitudine, proprio perché privata della sua componente essenziale: il rito collettivo, quel bisogno di unirsi per condividere un’esperienza che accompagna l’essere umano dall’alba dei tempi”. Spiega Leandro Picarella.

In quest’ottica la chiave degli incontri di Kinéma è la condivisione di un’esperienza collettiva che inviti “a una riflessione altra sul mondo e sull’uomo, sulla prossimità, sui luoghi che ci circondano, sulle piccole e grandi storie umane; in sintesi sul ricordarci chi siamo”.

Si apre giovedì 19 agosto con Emma Dante, regista di fama internazionale, tra le più interessanti e controverse dello scenario contemporaneo. A lei è dedicata la prima serata del festival con la proiezione del pluripremiato film Le sorelle Macaluso,riconosciuto e celebrato dalla stampa cinematografica con due Premi alla Mostra del Cinema di Venezia 2020, ben 5 Nastri d’Argento, e 6 nomination ai David di Donatello.

“Le sorelle Macaluso è un film sul tempo. Sulla memoria. Sulle cose che durano. Sulle persone che restano anche dopo la morte. È un film sulla vecchiaia come traguardo incredibile della vita” afferma Emma Dante; ma è anche un’opera di un’altra opera - è infatti tratto dall’omonima pièce teatrale, premio Ubu nel 2014 - un lavoro condotto sul confine tra i diversi linguaggi, in cui cinema e teatro s’intrecciano in una piccola tragedia contemporanea che commuove, sconquassa e seduce. Questi temi saranno anche il punto di partenza per una conversazione tra la regista, l’attrice Donatella Finocchiaro e la giornalista Ornella Sgroi.

La seconda giornata di Kinéma, venerdì 20 agosto è un omaggio a Franco Battiato attraverso quello che fu il suo esordio dietro la macchina da presa e che valse al “maestro” il Nastro d’argento come miglior regista esordiente: “Perdutoamor” (2003), film autobiografico che racconta la vita dell’artista dalla sognante infanzia siciliana alle prime esperienze nella Milano degli anni Sessanta, in cerca di una strada nell’arte e nella vita.

Scomparso lo scorso 18 maggio a 76 anni, il cantautore di Riposto (Catania) è stato uno di quegli artisti totali, capace di far convivere nella sua produzione musica pop, musica colta, filosofia, religione, pittura e cinema. A ricordarlo saranno gli amici e collaboratori di Battiato: Corrado Fortuna, l’attore che nel film interpreta l’alter ego del musicista, e il giornalista Pietrangelo Buttafuoco.

Ospite d’onore della manifestazione, sabato 21 agosto, è Letizia Battaglia, una pioniera della moderna fotografia, la donna universalmente riconosciuta come una delle figure più importanti dello scenario contemporaneo, non solo per le sue fotografie saldamente presenti nell’immaginario collettivo, ma anche per il valore civile ed etico di tutta la sua produzione.

Kinéma vuole celebrare la grande fotografa dedicandole la serata di chiusura del festival, con la proiezione del film La Mia Battaglia di Franco Maresco, un ritratto sotto forma di conversazione tra il regista e la fotografa che è anche un racconto intenso e inedito della città che la Battaglia ha reso nota al mondo per la sua violenza efferata ma senza dimenticare la grazia, l’innocenza e la voglia di non arrendersi.

La madrina della kermesse, scelta per Kinéma è Ester Pantano; l’attrice rivelazione dell’anno reduce dal grande successo della serie TV Màkari, porterà per mano gli spettatori nel magico mondo delle arti e della Valle dei Templi.

Kinéma è un evento promosso dal Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento, realizzatoQoomoon con il patrocinio del Comune di Agrigento.

Main Sponsor: Meridiano Agrigento

Sponsor: Tenute Orestiadi Gibellina, Baia di Ulisse, Sal8







PROGRAMMA

Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito fino a esaurimento posti

Giovedì 19 Agosto

21:00 Sorella Sicilia

Incontro con Emma Dante e Donatella Finocchiaro. Modera Ornella Sgroi.

a seguire proiezione del film Le Sorelle Macaluso

di Emma Dante (2020)

con Donatella Finocchiaro



Venerdì 20 Agosto

21:00 Attraversando Battiato

Omaggio all’artista siciliano con Corrado Fortuna e Pietrangelo Buttafuoco

a seguire proiezione del film Perduto Amor

di Franco Battiato, ITA, 87', 2003

con Corrado Fortuna



Sabato 21 Agosto

21:00

Lui e Io, di Giulia Cosentino, ITA, 13’, 2019

21:30

Incontro con Letizia Battaglia

a seguire proiezione del film La Mia Battaglia

di Franco Maresco, ITA, 30', 2016

24:00 Festa di chiusura



Presenta le serate Ester Pantano