Josè Parrondo – Piattomondo

Bologna - 22/11/2015 : 29/01/2016

Parrondo attraverso un segno e una scrittura minimalisti apre una porta verso i mondi dell’infanzia e dell’assurdo; uno spazio di condivisione tra bambini e adulti dove l’autore fa emergere sempre il problema del rapporto tra immagine e testi, mostrandone le contraddizioni e i paradossi.

Informazioni

Comunicato stampa

Al festival
José Parrondo è un fumettista, illustratore e musicista belga, che nel corso di una carriera ventennale ha realizzato numerosi albi, che pur rivolgendosi a bambini e ragazzi affascinano anche gli adulti grazie alla sottile ironia delle storie e a un segno sintetico e altamente identificabile.

Parrondo attraverso un segno e una scrittura minimalisti apre una porta verso i mondi dell’infanzia e dell’assurdo; uno spazio di condivisione tra bambini e adulti dove l’autore fa emergere sempre il problema del rapporto tra immagine e testi, mostrandone le contraddizioni e i paradossi

Il suo mondo è fatto di elenchi di alberi impossibili, di storie mai raccontate, di buchi che portano altrove e di giochi linguistici sia visivi sia scritti.

Biografia
Josè Parrondo vive a Liege in Belgio, dove insegna alla Scuola Superiore delle Arti Saint-Luc de Liège. Il suo primo libro, L’eau du duc esce in 1995 alla casa editrice Le lézard.
Disegna spesso per la casa editrice Rouergue nella quale ha pubblicato libri come Le petit Parrondo Illustré, Où?, Foret-Wood.
L’autore fa anche parte del gruppo fondatore della casa editrice francese L’Association, con cui ha pubblicato libri come Parfois les ennuis mettent un chapeau, Histoires à emporter, Olibrius, La porte…
Svariate sue storie sono poi diventate cartoni animati trasmessi dalla televisione francese.