Janine Laurent Josi – Écorces

Firenze - 04/10/2013 : 31/10/2013

Fotografa con la passione per il mondo della natura, Janine Laurent Josi è rimasta affascinata dall’incredibile bellezza delle cortecce degli alberi e ha dedicato loro moltissimo tempo e un lavoro di rigorosa pazienza prima di giungere a questa selezione di immagini, adesso raccolta in questa mostra: Écorces.

Informazioni

Comunicato stampa

"Solo dopo aver indagato la superficie delle cose ci si può spingere a vedere cosa c'è sotto; ma la superficie delle cose è inesauribile"
Italo Calvino

Comunicato stampa

Si inaugura venerdì 4 ottobre, alle ore 18.30, presso la nuova sede di tethys gallery fine art photography, a Firenze (via dei Vellutini, 17r), Écorces mostra fotografica di Janine Laurent Josi.

Janine Laurent Josi ha scelto come soggetto dei propri scatti le cortecce degli alberi, immagini che svelano colori e tonalità impensabili da cui emergono figure e immagini astratte di straordinaria e magica bellezza

Ed è sullo scorrere della loro vita che l’artista pone la sua attenzione. Ogni foto è un’opera d’arte unica e inimitabile che svela sguardi e volti nascosti e dove la natura si trasfigura con tutta la sua materialità in modo inatteso e sorprendente.

Fotografa con la passione per il mondo della natura, Janine Laurent Josi è rimasta affascinata dall’incredibile bellezza delle cortecce degli alberi e ha dedicato loro moltissimo tempo e un lavoro di rigorosa pazienza prima di giungere a questa selezione di immagini, adesso raccolta in questa mostra: Écorces.

Per Janine, questa alla tethys gallery, è la prima esposizione pubblica ma la sua ricerca artistica l’accompagna da sempre. “Le mie passioni - racconta - sono molteplici ma l’arte ha sempre avuto un posto predominante. Quanto a me, ho sempre amato esprimermi attraverso la scrittura e la fotografia, e da qualche anno anche attraverso la pittura. Sono sempre curiosa di scoprire la bellezza sotto qualunque sua forma, di captarla e condividerla”.

Le immagini presenti nella mostra sono state scattate in tre diversi paesi, alcune in Francia, una gran parte in Belgio, terra natale dell’artista, e molte in Italia, nelle colline e nella campagna che circondano Pelago, il luogo dove Janine Laurent Josi risiede per lunghi mesi ogni anno dal 1997, quando ha scelto la Toscana come terra d’adozione.

E’ l’irrinunciabile meraviglia della natura a guidare l’obiettivo della macchina fotografica di Laurent Josi e a farsi protagonista di questi ritratti che sono pure metafore visive, mappe terrestri su cui si deposita e si incide il trascorrere del tempo.
Simboli silenziosi della cultura di un popolo, gli alberi restano i custodi di una forza vitale e di una segreta bellezza che si svela – sembra dirci Janine con queste straordinarie immagini - solo agli occhi di chi la guarda.
Per l’occasione sarà pubblicato un catalogo (italiano/inglese/francese) con una più ampia selezione di immagini, uno scritto di Janine Laurent Josi e un testo dello scrittore Valerio Aiolli.
Écorces rimarrà aperta fino al 31 ottobre.

Janine Laurent Josi
Nata a Antwerpen (Anversa) in Belgio, nel 1935, Janine Laurent Josi ha sempre vissuto a Bruxelles. Dal 1997 insieme a suo marito, trascorre molti mesi dell’anno a Pelago, in Toscana, una piccola cittadina a pochi chilometri da Firenze.

tethys gallery
Aperta a giugno 2010 nel cuore di Firenze, in via Maggio 58r, tethys gallery nasce come spazio dedicato interamente alla fotografia, da un'idea di Stefano Amantini, Massimo Borchi e Guido Cozzi. I tre fotografi fiorentini sono i fondatori dell'agenzia Atlantide Phototravel, specializzata in reportage di viaggio, che dal 1991 ad oggi ha collaborato con le maggiori testate del settore a livello italiano e internazionale, da Stern al New York Times, dal National Geographic a Sunday Times Travel, da Rutas del Mundo a GEO Saison, da Gente Viaggi a Condè Nast Traveller, da Bell’Italia a Gulliver, da Panorama Travel a D- La Repubblica delle Donne.
Con l’esperienza di oltre 20 anni di attività, hanno deciso di creare un luogo di approfondimento della fotografia contemporanea, aperto e attento a quelle che sono le nuove ricerche nel settore, ai nuovi talenti ma anche ai grandi maestri che ne hanno segnato la storia.