Jacek P. Soltan – Celebrities and humanity

Lugano - 23/03/2017 : 08/04/2017

Heillandi Gallery presenta un’anteprima di “Celebrities and humanity”, una retrospettiva che ripercorre il lavoro del fotografo polacco Jacek P. Soltan: dagli esordi in Italia, negli anni ’80, ai primi anni del 2000 con gli scatti più recenti, prima che le sue vicende personali lo allontanassero forzatamente dall’obiettivo.

Informazioni

Comunicato stampa

Lugano, 16 marzo 2017 - Heillandi Gallery presenta un’anteprima di “Celebrities and humanity”, una retrospettiva che ripercorre il lavoro del fotografo polacco Jacek P. Soltan: dagli esordi in Italia, negli anni ’80, ai primi anni del 2000 con gli scatti più recenti, prima che le sue vicende personali lo allontanassero forzatamente dall’obiettivo.

Dal 24 marzo all’8 aprile, al quarto piano di via Canova 7, saranno esposte più di 30 fotografie, per raccontare la sua intensa attività

Soltan è un ritrattista, scatta spesso su commissione per conto di grandi firme dello show business: Leonard Cohen, Ute Lemper, una giovanissima Tilda Swinton - che, racconta lui, lo ringrazierà poi con un generoso bacio - sono solo alcuni dei suoi più celebri soggetti. Nei suoi progetti personali ritrae oggetti, persone, luoghi e non luoghi. L’occhio di Soltan interpreta, non coglie l’attimo: la dimensione temporale è strumentale a mostrare il momento in cui l’umanità si svela, nella sua veste migliore.

Si tratta di un artista eclettico, ma dalla cifra stilistica inconfondibile. In mostra, ne sono testimonianza i libri, autoprodotti e finora inediti, che attraversano in maniera trasversale diversi progetti, rivelando il divenire della sua visione artistica. L’umanità è nelle celebrità, in un guanto, in un letto; l’umanità è nell’atteggiamento e la tecnica sopraffina di Soltan colpisce nel segno con un lavoro compatto e diretto, anche quando sfora nel concettuale. Chi ritrae l’umanità sa far vibrare corde di sensibilità molto diverse, e ci rende, tutti, celebrities.



Jacek P. Soltan nasce a Varsavia nel 1958. Trasferitosi a Milano nel 1973, inizia a lavorare come assistente fotografo freelance per Condé Nast. Dal 1983 lavora con prestigiose riviste, italiane e internazionali, oltre a collaborare con numerose agenzie pubblicitarie e aziende importanti. Ha vissuto ad Amsterdam, Parigi, Amburgo e New York. Dal 2003 risiede a Lierna.