Ivan Santostefano – Paradise

Bologna - 11/10/2014 : 01/11/2014

L'artista, indaga il disegno come linguaggio primario, non più subordinato alla pittura o relegato a strumento complementare di altre discipline.

Informazioni

  • Luogo: ART FORUM CONTEMPORARY
  • Indirizzo: Via dei Bersaglieri, 5/e 40125 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 11/10/2014 - al 01/11/2014
  • Vernissage: 11/10/2014
  • Autori: Ivan Santostefano
  • Generi: arte contemporanea, personale, disegno e grafica
  • Orari: mart - sab orari 10-12 pomeriggio e festivi su appuntamento

Comunicato stampa


La galleria Art Forum contemporary è lieta di presentare la prima personale in galleria di Ivan Santostefano.
L'artista, indaga il disegno come linguaggio primario, non più subordinato alla pittura o relegato a strumento complementare di altre discipline.
Per questa mostra Santostefano espone i disegni della recente serie "Paradise".
I soggetti delle opere, tutti realizzati a carboncino su carta a volte ritagliata , sono attinti da foto documentaristiche (felini) o di cronaca rese completamente sature, sino ad arrivare ad un assoluto bianco-nero.
L'artista lavora esclusivamente nell'ambito del disegno, con una tecnica quasi iperrealista


L'iperrealismo tuttavia non è il suo riferimento elettivo, infatti ad uno sguardo più attento ci si rende conto che i soggetti delle opere vogliono mostrare la loro grandezza o potenza più della precisione esecutiva.

The Art Forum contemporary gallery is pleased to present the first solo exhibition in the gallery of Ivan Santostefano.
The artist, who explores design as a primary language, no longer subordinate to painting or relegated to a complementary tool to other disciplines.
For this exhibition Santostefano exposes the designs of the recent series, "Paradise."
The subjects of the works, all made of charcoal on paper sometimes cropped, are drawn from photo documentary (cats) or of the press are completely saturated, until you get to an absolute black and white.
The artist works exclusively in the field of design, with an almost hyper-realistic technique.
The hyper-realism, however, is not its reference elective, in fact to take a closer look you realize that the subjects of the works they want to show their greatness or power over executive precision