Ivan Lardschneider – A Child’s Play

San Gimignano - 14/06/2014 : 28/06/2014

La Galleria iSculpture è lieta di presentare la mostra personale A Child’s Play di Ivan Lardschneider. Contemporaneamente l’installazione site-specific “Un Angelo caduto in Terra” di Ivan Lardschneider sarà presentata al Castello di Casole (Siena).

Informazioni

  • Luogo: ISCULPTURE ART GALLERY
  • Indirizzo: Via Berignano 25, 53037 - San Gimignano - Toscana
  • Quando: dal 14/06/2014 - al 28/06/2014
  • Vernissage: 14/06/2014 ore 18
  • Autori: Ivan Lardschneider
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Lunedì – Domenica, 11 - 20
  • Editori: VANILLA EDIZIONI

Comunicato stampa

San Gimignano (29 Maggio, 2014): La Galleria iSculpture è lieta di presentare la mostra personale A Child’s Play di Ivan Lardschneider. Contemporaneamente l’installazione site-specific “Un Angelo caduto in Terra” di Ivan Lardschneider sarà presentata al Castello di Casole (Siena).

Ivan Lardschneider, giovane scultore della Val Gardena, ha già esposto in numerose occasioni, dentro e fuori i confini europei. Tra le sue ultime sedi espositive, accanto alla 54esima Biennale di Venezia, vi sono Rhode Island, Miami, Berlino, Parigi. Ora è la volta della Toscana, tra San Gimignano e Casole d’Elsa

In questa cornice presenteremo le sue ultime creazioni ed il Catalogo “A Child’s Play”, edito da Vanilla Edizioni.
In qualità di primo allievo di Aron Demetz, Ivan ha dapprima intrapreso la strada della nuova figurazione tanto cara a Valpot e, giovanissimo, ha virato verso uno stile molto riconoscibile e originale. Il suo medium è il legno, quello di tiglio, quello della tradizione gardenese, quello delle eleganti e raffinate figure religiose delle nostre chiese, ma riscoperto grazie ad una sintassi artistica nuova ed unica. Raccontare delle sue sculture significa avere il privilegio di ricondurci a quella condizione fanciullesca ed ingenua, semplice ed incontaminata che ci ha insegnato a chiamare le cose con il loro nome per trascendere il linguaggio costruito e per renderlo di nuovo puro. Lardschneider ci consente di tornare al senso primordiale di questa comunicazione perché usa un linguaggio semplice ed intuitivo. La sua figura lineare è assoluta, è ognuno di noi e non ha bisogno di altro se non dei gesti che sono i nostri, quelli di ogni giorno. L’unico filtro che traspare del suo ormai essere adulto sta nella cosciente ironia che pervade ogni suo lavoro e che racconta di un’umanità che ha perso la voglia di scherzare con se stessa e che rischia di perdersi giorno dopo giorno nella modernità asfittica delle tecnologie, create dall’uomo per comodità, ma non per la sua socialità.
Apice della sua nuova produzione è l’installazione “Un Angelo caduto in Terra”, esposta nella splendida cornice del Castello di Casole (Siena), dove il tipico personaggio di Ivan si trasforma in un Angelo e precipita tra di noi. Le nostre sovrastrutture culturali e religiose ci inducono a pensare che tale esilio è una forma di punizione per aver disubbidito o essersi ribellato a Dio. Ma, ed in questo risiede l’intensità delle opere di Ivan, bisogna annullare le proprie conoscenze, liberare la mente e guardare alle sue opere con l’occhio di un bambino, scevro da preconcetti e idee precostituite.

Inaugurazione presso la Tenuta del Castello di Casole (SI): Sabato 14 Giugno 2014 ore 18.00
Presentazione della mostra presso la Galleria iSculpture – San Gimignano (SI): Domenica 15 Giugno 2014 ore 18.

Ivan Lardschneider:
Nasce in Val Gardena nel 1976. Espone i suoi lavori fin dal 2005 e le Sue opere si trovano oggi esposte al Museo Ladino e in Gallerie d’arte a Parigi, Saint Paul de Vence, Roma, Milano, Torino, Miami, Berlino e in India. E’ stato ospite nel 2009 della 53° Biennale di Venezia nel progetto collaterale del Padiglione della LILA e nel 2011 alla 54esima Biennale di Venezia. Nel 2010 è stato invitato ad esporre nell’importante collettiva itinerante “Dadaunpop” che ha toccato le città di Mumbay, Calcutta e New Delhi curata da Igor Zanti.

iSculpture Gallery:
iSculpture nasce nel 2012 da un progetto di Francesca Cundari e Patrick Pii, con l'intento di promuovere il lavoro di scultori italiani più o meno affermati, rivolgendo la sua attenzione soprattutto alla ricerca di nuovi confini nella figurazione del nostro paese. La scultura rappresenta la forma d’arte più completa, in cui si fondono materia e forma, in una sfida continua al rinnovamento, senza mai abbandonare l’acquisizione costante di parametri consolidati relativi all’equilibrio e al know how. Gli spazi espositivi di iSculpture a San Gimignano trovano collocazione all’interno della base di un’antica torre medievale. Tradizione e modernità si fondono nell'architettura trecentesca. Alla sua prima sede di San Gimignano, affianca dal 2014 un nuovo spazio espositivo a Casole d'Elsa, da alcuni anni attraversato da fervori culturali e artistici di livello internazionale.

Tenuta Castello di Casole:
Il Castello di Casole risale al tardo X secolo, allora eretto e chiamato Castello di Querceto. Durante il 1800, la nobile famiglia Bargagli di Siena unificò le proprietà intorno al castello, ingrandendo la tenuta fino a includere più di 30 fattorie ricche di grano, frumento, olive, uva e bestiame. Il castello cadde in rovina e nel XVIII secolo fu sottoposto a una profonda opera di restauro che lo trasformò in quello che oggi è l'Hotel Castello di Casole. Famiglie e mezzadri curarono la tenuta fino agli anni '60, periodo in cui fu acquistata dal conte Edoardo Visconti di Modrone Erba, il quale spesso ospitò stelle del cinema e luminari del jet set. Nel 2005 Timbers Resorts ha acquistato la tenuta e ha iniziato lo sviluppo del Castello di Casole, accompagnandolo fino ad oggi.
Per la Timbers Resorts è sempre stata una priorità preservare la ricca storia della Toscana e la costante promozione culturale del “Created in Italia”. Tra le espressioni di questa volontà si inserisce il programma di eventi e mostre realizzato in collaborazione con la Galleria iSculpture di San Gimignano.

Vanilla Edizioni:
vanillaedizioni è l’editore punto di riferimento per i professionisti dell’arte, della cultura e del design. Giovane, dinamico, sempre attento alle mutevoli esigenze di lettori e clienti, vanillaedizioni si distingue per la qualità dei contenuti e per la sua attiva presenza sul mercato. Nata nel 2005, vanillaedizioni è da sempre attenta a proporre soluzioni innovative: dalla vasta scelta di pubblicazioni cartacee presenti in edicola, in circolazione controllata, nelle librerie e nei bookshop, agli orizzonti di Internet, con tre differenti siti dedicati al mondo della cultura e dell’arte. vanillaedizioni non è semplicemente un editore, ma una piattaforma multicanale in grado di gestire la comunicazione a 360 gradi. Avvalendosi dei servizi di villaggiodellacomunicazione®, i prodotti editi da vanillaedizioni vengono divulgati e promossi allo scopo di raggiungere un pubblico di estimatori sempre più vasto.
Per ulteriori informazione