Isabella Kohlhuber – Space for an agreement

Milano - 16/03/2016 : 08/04/2016

La Galleria Doris Ghetta è lieta di presentarsi per la prima volta nella Galleria Temporanea Pop Up di via Ventura 6, Milano insiema alla Galleria Boccanera di Trento e lo spazio Ermes di Roma con un progetto della giovane artista austriaca Isabella Kohlhuber.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA DORIS GHETTA
  • Indirizzo: Via Ventura 6 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 16/03/2016 - al 08/04/2016
  • Vernissage: 16/03/2016 ore 18,30
  • Autori: Isabella Kohlhuber
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: visita della mostra su appuntamento

Comunicato stampa

space for an agreement
ISABELLA KOHLHUBER
GALLERIA TEMPORANEA DORIS GHETTA, VIA VENTURA 6, MILANO - IT
Inaugurazione, mercoledì 16.03.2016 ore 18:30h
Durata della mostra dal 17.03. – 08.04.2016
Progetto e testo: Victoria Dejaco
La Galleria Doris Ghetta è lieta di presentarsi per la prima volta nella Galleria Temporanea Pop
Up di via Ventura 6, Milano insiema alla Galleria Boccanera di Trento e lo spazio Ermes di
Roma con un progetto della giovane artista austriaca Isabella Kohlhuber


Per la Temporary Gallery Doris Ghetta di Via Ventura 6 a Milano, Isabella Kohlhuber
concepisce un’opera di grandi dimensioni dal titolo space for an agreement. Quattro oggetti
compongono un salottino con tavolo, panca e due sgabelli. La particolarità della loro forma si
basa sul carattere tipografico Bastard, uno dei font progettati dall’artista, in cui parti costitutive
dei caratteri si fondono con nuovi caratteri. Questa stessa spazializzazione dei segni la avvicina
agli oggetti e contribuisce a colmare la lacuna esistente fra il mondo astratto del linguaggio e il
mondo delle “cose”. Inoltre, vengono esposti tipogrammi che rappresentano più caratteri
Bastard sovrapposti. La proiezione del video B+0066 – B+0090 mostra alcune lettere frutto di
un preciso lavoro manuale di collage e fotografia, poste in animazione attraverso il computer.
Con il suo solido linguaggio artistico, Isabella Kohlhuber riesce ad addentrarsi in situazioni
specifiche. Nel suo lavoro analizza sistemi convenzionali come la scrittura e il linguaggio, che
sono rivolti al rapporto fra gli oggetti e le loro rappresentazioni. Il suo alfabeto Bastard
contrappone alla rigidità della convenzione la trasformabilità dei segni. Il linguaggio viene
rappresentato come un processo aperto di trasformazione che non può trovare espressione
nell’alfabeto tradizionale
1982 Isabella Kohlhuber é nata a Bad Isch, vive e lavora a Vienna (Austria)
2002-04 ha studiato all’accademia per grafica e comunicazione, Vienna (Austria)
2004-06 ha studiato presso la facoltà di pittura Adolf Frohner, Accademia delle Belle Arti, Vienna
2008-09 ha studiato a Praga, studies VŠUP, Intermedia Art at Jiři David
2006-11 ha studiato nuovi media con il Prof. Brigitte Kowanz, Accademia delle Belle Arti, Vienna
dal 2014 lavora come lettore presso l’accademia di belle Arti di Vienna, facoltá di nuovi media (Transmedia Art /
Prof. Brigitte Kowanz)