Indovina chi viene a cena – Andrea Aquilanti

Roma - 12/10/2020 : 17/10/2020

Sarà l’artista Andrea Aquilanti ad inaugurare il primo progetto espositivo della rassegna di arte contemporanea dal titolo: “Indovina chi viene a cena”.

Informazioni

  • Luogo: ART FOOD AND WINE
  • Indirizzo: Via Cairoli, 63 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 12/10/2020 - al 17/10/2020
  • Vernissage: 12/10/2020 ore 18
  • Autori: Andrea Aquilanti
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: 16:30/ 20:00 solo su appuntamento

Comunicato stampa

Art Food and Wine Presenta in collaborazione con lo Studio/Archivio Courtesy F.lli M di Roma Progetto – Rassegna di Arte Contemporanea. Dal titolo: “Indovina chi viene a cena”. Periodo espositivo dal: 12/ Ottobre al 15/ Novembre 2020
A termine rassegna sarà presentata una cartella multipli d’artista. Il progetto espositivo prevede cinque appuntamenti personali negli spazi dell’Associazione Culturale Art Food and Wine.
Cinque artisti si alterneranno in un incontro/dialogo ispirato all’opera proposta per lo spazio con appassionati d’arte e del gusto che verranno guidati e accompagnati da un eccellente vino scelto per l’occasione


Il 12 Ottobre, alle ore 18.00, sarà l’artista Andrea Aquilanti ad inaugurare il primo progetto espositivo. A seguire verranno svelate le date dei prossimi appuntamenti, per ognuno dei quali verrà organizzata una “cena d’autore”. La partecipazione alla “cena d’autore” è prevista per un numero ridotto di persone e solo su prenotazione. “Indovina chi viene a cena”: un momento di incontro e condivisione attraverso l’arte, con il maggior numero di fruitori possibile, per una crescita socioculturale all’insegna della bellezza nelle sue molteplici forme.
Per la documentazione fotografica e il video parteciperanno al progetto:
Sebastiano Luciano e hour interview.
Media partner dell’evento Vinitalia.tv la prima web TV sul mondo del vino.
Ufficio Stampa: [email protected]
SCHEDA TECNICA
Artista: Andrea Aquilanti
(ROMA 1960) La vicenda artistica di Andrea Aquilanti è caratterizzata dalla sperimentazione di differenti media associando, senza soluzione di continuità, la pratica del disegno e della pittura, attraverso cui coniuga riferimenti e fascinazioni dell’arte del passato con suggestioni e linguaggi contemporanei, sensibili alle interferenze e potenzialità offerte dalla tecnologia. Il suo mondo poetico si costruisce di visioni complesse e piani percettivi stratificati che indagano la dimensione del reale e la labilità del suo statuto ontologico in rapporto alle problematiche della rappresentazione. Nell'intervento specifico dal titolo "La legna e la cenere" Aquilanti indaga l'immutabile nella percezione del divenire.
Titolo dell’Opera: "La legna e la cenere"