Incontro con l’artista – Silvia Iorio

Roma - 21/01/2014 : 21/01/2014

Prima artista in residenza, Silvia Iorio ha realizzato per smART una serie inedita di cosmogonie, grandi lavori su carta, un'istallazione con frammenti di codici e meteoriti, nonché piccoli acquerelli creati con pigmenti e lacrime d'artista

Informazioni

Comunicato stampa

Dopo Giacomo Costa, smART – polo per l'arte prosegue il suo ciclo di "Incontri con l'artista" ospitando Silvia Iorio, in mostra fino al 1 marzo 2014 con la personale Continuum, a cura di Francesca Valente


Prima artista in residenza, Silvia Iorio ha realizzato per smART una serie inedita di cosmogonie, grandi lavori su carta, un'istallazione con frammenti di codici e meteoriti, nonché piccoli acquerelli creati con pigmenti e lacrime d'artista

L'incontro, patrocinato dal Museo di Mineralogia dell'Università La Sapienza di Roma, si svolgerà martedì 21 gennaio 2014 alle ore 19.00 presso la sede di smART, in Piazza Crati 6/7.

La poetica di Silvia Iorio – prima artista in residenza – è intimamente permeata dalla dialettica tra una natura microscopica e un cosmos macroscopico, in parte sottratto alle capacità percettive dell'uomo. Dopo aver indagato l'infinitamente piccolo, l'artista volge lo sguardo all'infinitamente grande e ispirandosi a queste due dimensioni trae la consapevolezza dell'esistenza di un "continuum", di una consonanza essenziale che permea la più straordinaria delle opere d'arte: la Natura.

Durante il talk Silvia Iorio presenterà le opere esposte per un approfondimento ed una lettura mirata del suo lavoro.

Modera: Michele Di Monte, Direttore del Servizio Educativo della Soprintendenza Speciale PSAE e per il Polo Museale della Città di Roma.

In tale occasione, il Museo di Mineralogia, il più antico dei musei scientifici dell'Università di Roma, esporrà un'installazione di "pioggia di meteoriti" di Bur-Gheluai caduta in Somalia nel 1919.

NOTA BIOGRAFICA
Silvia Iorio nasce a Roma nel 1977; dal 2008 vive e lavora tra Berlino e Roma. La sua ricerca artistica prende avvio dagli studi in Biologia Molecolare. Tra le mostre personali e collettive di particolare rilievo, si segnalano: TransFormAktion, Kulturhaus III&70, Hamburg (2013); Eau d'Etoile, Aleteia Communication, Roma (2013); Re-Generation, MACRO, Roma (2012); Expanding on the Expansion of the Universe, Galleria Il Segno, Roma (2012); Age of Time. Edge of Space., 12º Rendez-Vous mit Kunst, Berlino (2012); Odysseia, Galerie Mario Iannelli, Berlino (2011); Sorry, We're Open!, London Metropolitan University in collaborazione con la Whitechapel Gallery, Londra (2010); Chromatèma, Auditorium Parco della Musica, Roma (2007); N-Kiloton, 51ª Biennale di Venezia, Venezia (2005); Farmacopea, Palazzo delle Esposizioni, Roma (2003).