Inaugurazione Museo Geologico e delle Frane

Bagnoregio - 23/04/2012 : 23/04/2012

Palazzo Alemanni apre le proprie porte in occasione dell’inaugurazione del Museo Geologico e delle Frane di Civita di Bagnoregio intitolato a Gianfranco Imperatori, fondatore nonché Segretario Generale di Civita per molti anni.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO GEOLOGICO E DELLE FRANE
  • Indirizzo: Civita - Bagnoregio - Lazio
  • Quando: dal 23/04/2012 - al 23/04/2012
  • Vernissage: 23/04/2012 ore 12
  • Generi: inaugurazione
  • Uffici stampa: CIVITA

Comunicato stampa

NAUGURAZIONE MUSEO GEOLOGICO E DELLE FRANE
DI CIVITA DI BAGNOREGIO intitolato a “GIANFRANCO IMPERATORI”
Civita di Bagnoregio (VT), 23 aprile 2012 - ore 12.00
Palazzo Alemanni

Lunedì 23 aprile alle ore 12.00 Palazzo Alemanni apre le proprie porte in occasione dell’inaugurazione del Museo Geologico e delle Frane di Civita di Bagnoregio intitolato a Gianfranco Imperatori, fondatore nonché Segretario Generale di Civita per molti anni, alla presenza di Gianni Letta, Presidente Onorario dell’Associazione Civita, delle numerose autorità locali e di Francesco Bigiotti, Sindaco di Bagnoregio, che afferma: “Possiamo finalmente inaugurare, con enorme soddisfazione, il museo di Civita, dedicandolo alla memoria di Gianfranco Imperatori. Il nostro intento, anche grazie al patto di intesa con l’Università Iuav di Venezia, è quello di attivare lo studio e la ricerca scientifica, al fine di poter contribuire, attraverso le giuste competenze, alla valorizzazione del patrimonio culturale, geologico, ambientale e architettonico di Civita di Bagnoregio”.

Il Museo Geologico e delle Frane raccoglie vari progetti dedicati allo studio dell’insediamento di Civita, da sempre minacciato da continue manifestazioni franose e crolli; illustra lo stato dei luoghi e le ragioni geologiche che hanno determinato il presente assetto paesaggistico; presenta le ricerche scientifiche e i progetti in corso; analizza il comportamento delle rupi con un sofisticato sistema di monitoraggio, i cui risultati sono accessibili anche ai visitatori. Lungi dal voler essere considerata una struttura di tipo tradizionale, la sede espositiva rappresenta anche l’ingresso al vero e proprio museo di Civita, costituito dalle rupi, dalle vie dove identificare i resti dei passati scoscendimenti, dai giardini pensili sospesi nel vuoto, dalle frane in atto, dai calanchi e dai lavori di consolidamento. Il museo, pertanto, è l’intero territorio, dove riconoscere quella unione perennemente instabile tra bellezze architettoniche, artistiche e forze della natura. È questa unione mutevole nel tempo che rende Civita senza eguali ed il paesaggio circostante come un palinsesto in continuo cambiamento: ogni visita offre immancabilmente uno scenario diverso dal precedente.

L’iniziativa, promossa dal Comune di Bagnoregio e dall’Associazione Civita, intende rendere omaggio alla memoria di Gianfranco Imperatori nel terzo anniversario della sua scomparsa. Le origini e il nome stesso di Civita risalgono ad un progetto del 1987, quello per la difesa e la valorizzazione di Civita di Bagnoregio, nato intorno all’idea di applicare strategie di impresa e tecnologie innovative al recupero del patrimonio culturale, sviluppando a tal fine un’intensa collaborazione tra enti di ricerca, imprese e mondo della cultura. Un’intuizione nata venticinque anni fa e che oggi continua a dare i suoi frutti attraverso iniziative e progetti volti alla valorizzazione del patrimonio culturale e legati, al contempo, ad una strategia di crescita economica del territorio.