La mostra propone una riflessione attuale e moderna, sui linguaggi comunicativi dell’immagine nell’arte contemporanea.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO DEL PRESENTE
  • Indirizzo: Piazzale John Fitzgerald Kennedy - Rende - Calabria
  • Quando: dal 26/06/2015 - al 10/07/2015
  • Vernissage: 26/06/2015 ore 18
  • Autori: Milton Blas Verano, Maria Rosaria Cozza, Elda Longo
  • Curatori: Roberto Sottile
  • Generi: fotografia, arte contemporanea, collettiva
  • Orari: dal martedì al sabato dalle ore 9.00 /13.00 - 16.00/20.00 chiuso festivi e lunedì
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Con il patrocinio del Comune di Rende Assessorato alla Cultura, e dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, si inaugura il 26 giugno alle ore 18:00 presso il MUSEO DEL PRESENTE di Rende, la mostra “IMMAGINE - MILTON BLAS VERANO, MARIA ROSARIA COZZA, ELDA LONGO a cura di Roberto Sottile. Questa mostra, che resterà aperta al pubblico fino al 10 luglio 2015 propone una riflessione attuale e moderna, sui linguaggi comunicativi dell’immagine nell’arte contemporanea

Attraverso l’utilizzo di tecniche artistiche differenti, i tre artisti presentano attraverso le loro opere, un percorso, che pone al centro il ruolo dell’immagine (forma, aspetto, struttura) e la sua interpretazione visiva. Nella Serata inaugurale previsti gli interventi del Sindaco di Rende Avv. Marcello Manna, dell’Assessore alla Cultura del Comune di Rende Dott. Vittorio Toscano, della Prof.ssa Anna Russo Direttore Accademia di Belle Arti di Catanzaro, del Dott. Roberto Sottile, Critico d’Arte e curatore della mostra. Modera la Dott.ssa Roberta Vercillo, Direttore del Museo del Presente.
MILTON BLAS VERANO (www.miltonblasverano.com) presso l'Accademia di Belle Arti di Catanzaro consegue il diploma Accademico di primo livello nel 2007 e nel 2010 quello di secondo livello in Arti Visive e Discipline per lo Spettacolo. Partecipa nel 2013 ad "Incubarte, Festival Internacional de Arte, a Valencia in Spagna e realizza presso il Centro Luigi Di Sarro a Roma la personale ARTE EGO / Una Ricerca D'identità, a cura di Tonino Sicoli. Nel 2012 espone presso la “Maison des Cultures de Saint Gilles” a Bruxelles " e presso la Galleria Nazionale di Cosenza di Palazzo Arnone, nella mostra “Open Space 1: La Dimensione Umana del Contemporaneo". Nel 2011 è tra gli artisti selezionati per la mostra "Lo Stato dell'Arte", della 54° Biennale di Venezia. Nel 2010 partecipa alla mostra "MIUR", presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, e nel 2009 partecipa alla mostra "Cultures Maison "4th Wall Gallery", 4th Wall Gallery, a Los Angeles, USA. Con il suo percorso artistico, Milton Blas Verano diventa custode dei ricordi di un tempo passato, di suggestioni, di profumi che hanno segnato la nostra infanzia, ma anche il nostro presente. Immagini di carta e di colore, scene che vediamo per la prima volta, che hanno la capacità di trasmetterci quella familiarità, quello stupore, che Milton carica di ulteriori punti di vista senza turbare e sconvolgere il racconto narrativo. Una pittura, composta spesso, traendo spunto da immagini fotografiche, che vengono rielaborate nelle storie in bianco e nero, oppure graffiate dal colore a cui diventa difficile resistere. Con le sue storie di carta e di colore decide di affidare allo spettatore il ruolo di custode di una tradizione da ri-vivere. Milton ci consegna attimi di quotidianità, capaci, di fissarsi nei nostri ricordi, con lo stupore e la fantasia di un bambino, quando meno te lo aspetti.
MARIA ROSARIA COZZA (www.mariarosariacozza.it) consegue presso l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro nel 2010 il diploma di primo livello in Arti Visive e Discipline per lo Spettacolo”, indirizzo Pittura e nel 2012 il diploma Specialistico di Secondo Livello. Nel 2015 partecipa al concorso “ARTEFATTO 10 Reset” presso il Palazzo Gopcevich, sede del Civico Museo Teatrale “C. Schmidl” di Trieste. Sempre nel 2015 riceve il Premio della XVII edizione del Galarte premio Speciale per la fotografia “Ad majora semper”, organizzato dall’Associazione “Club della Grafica” di Rende del Maestro Giacomo Vercillo, con il patrocinio della Presidenza del Senato della Repubblica, del Consiglio dei Ministri, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e quello del comune di Rende. Nel 2014 vince il Premio “Through the lens” a cura dell’Associazione GrifioArtGallery. Partecipa nel 2014 alla terza edizione del progetto Young at Art promosso dal MACA (Museo Arte Contemporanea Acri) in collaborazione con l’Associazione Oesum Led Icima. Sempre nel 2014 partecipa alla prima Mostra Concorso “Visioni dal Futuro” nella categoria Fotografia, presso il Castello Ducale di Corigliano Calabro (Cs) e al secondo intervento d’arte contemporanea della Rassegna QUATTRO - “Acqua” promossa da LOC – Lineadarte Officina Creativa in collaborazione con Museo Masseria Luce patrocinio dal Comune di Napoli. Nel 2013 presso il CAM Contemporary Art Museum di Casoria partecipa alla mostra “VOTE ART Cultura Art Movement”. Il corpo diventa “nuova identità”, immagine trasfigurata da cui partire per realizzare un nuovo linguaggio, che Maria Rosaria Cozza sperimenta (anche sul suo corpo), attraverso cambiamenti, mutamenti e alterazioni dell’immagine. Corpo che diventa “soggetto” sul quale sperimentare, trattenendo in se tutto il rispetto e la dignità di una nudità che si sublima e diventa arte. Una metamorfosi artistica realizzata tecnicamente attraverso l’utilizzo dello scanner come macchina fotografica a matrice unica, e da una poetica artistica incentrata nella ripetibilità di azioni, che l’artista blocca nei suoi lavori in modo irripetibile! Un viaggio attraverso le immagini di una quotidianità vissuta, oppure sognata!

ELDA LONGO (www.eldalongo.com) nel 1995 si è diplomata con lode presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, conseguendo nel 2014 anche una Laurea Specialistica in “Grafica d’arte” pressso l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro. Docente di ruolo dal 2007 è da sempre attratta dalla comunicazione dei nuovi media ed in particolare dalle potenzialità offerte dalla grafica computerizzata. E’ esperta inoltre in metologie di insegnamento CLIL (Content and Language Integrated Learning). Nel 2015 a Bologna ha esposto presso la galleria “Forum Vittoria” proponendo un allestimento curato da Gianfranco Labrosciano, patrocinato dalla Fondazione “Rizzo”. Nel 2013 ha realizzato sotto la direzione di Tonino Sicoli la propria personale “Night Light” allestita presso la Galleria del Parlamento Europeo di Bruxelles. Sempre con Tonino Sicoli tra il 2010 ed il 2011 ha realizzato due mostre personali dal titolo “Somewhere Tonight”, a Roma presso la galleria “Luigi di Sarro” e a Cosenza presso la galleria provinciale “Santa Chiara”. L’opera di Elda Longo si manifesta essenzialmente con la presentazione allo spettatore di scatti fotografici dedicati a luoghi noti: visioni note di luoghi illustri, spesso ritratti notturni, luoghi familiari, internazionali, fotografati personalmente dall’artista in oltre quindici anni di ricerca. Scatti fotografici ingranditi quindi, riproposti su tela e reinterpretati con una tecnica mista personalissima nata dall’unione di strumenti antichi e metodi informatici all’avanguardia: grandi pixel colorati calcolati da un processore matematico che dialogano e convivono con classiche tessere di mosaico vitreo che sottolineano e portano fuori dallo schermo e dagli schemi della tela dettagli dell’iniziale scatto fotografico dell’artista. Lo spettatore percepisce quindi a breve distanza una visione tridimensionale e frammentata del soggetto ritratto, visione che riguadagna la propria uniformità con una lettura a distanza dell’opera, in un dialogo continuo tra definizione e particolare, tra illusione ottica e punto di vista dell’artista.