Im-Perfection

Milano - 18/09/2018 : 02/11/2018

La loro è una ricerca profonda e unicamente umana: la costante dualità e fluidità di vita e morte, maschile e femminile, bianco e nero, movimento e immobilità, esterno e interno, ying e yang. Una danza esistenziale, meravigliosamente coreografata, alla ricerca di una libertà assoluta.

Informazioni

  • Luogo: C-GALLERY
  • Indirizzo: Via Privata Giovanni Ventura 6, 20139 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 18/09/2018 - al 02/11/2018
  • Vernissage: 18/09/2018 ore 18,30
  • Curatori: Elena Korzhenevich
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: martedì – sabato 15.00 – 19.00 o su appuntamento

Comunicato stampa

C-Gallery | Comunicato stampa


IM-PERFECTION

Mwangi Hutter
Amira Parree
Maurice Pefura
Lerato Shadi
Vincent Witomski

A cura di
Elena Korzhenevich

18 Settembre — 2 Novembre 2018

Inaugurazione: Martedì 18 Settembre, dalle 18.30 alle 21.00

Statement curatoriale di Elena Korzhenevich

The dance is colour blind,
We move, eyes closed.
The endless choreography of trial and error.
The cacophonic music of the “I”
Reflecting harmony
In cracked inner mirror.
IM-Perfect.
Perfect is the I.
Unfinished, incomplete, unlasting.
I am human, you are I.
We move, eyes open. Dancing



Il mio incontro con il lavoro di Mwangi Hutter è stato un colpo di fulmine; mi ha attraversata con una scossa, potente e immediata, che non ha avuto bisogno di filtri, di un riconoscimento.

La loro è una ricerca profonda e unicamente umana: la costante dualità e fluidità di vita e morte, maschile e femminile, bianco e nero, movimento e immobilità, esterno e interno, ying e yang. Una danza esistenziale, meravigliosamente coreografata, alla ricerca di una libertà assoluta.

Le opere di Mwangi Hutter intrecciano un movimento perpetuo tra diverse identità, attraverso una continua contaminazione e mutazione. E hanno il coraggio di mettersi costantemente in discussione.

Quella scossa che ho provato scoprendo per la prima volta Mwangi ha generato una scintilla, l’ispirazione che ha portato alla nascita di questa mostra.

Viviamo in un’epoca che ha fatto della ricerca della perfezione un’ossessione, che nutre la nostra fiera delle vanità collettiva impedendoci di mettere a fuoco le nostre vite, gli altri, il mondo.

IM-PERFECTION fa cadere questo velo, ricalibrando il nostro sguardo, spostando
l’attenzione sulla parte di noi che meno accettiamo, scoprendo la bellezza
dell’imperfezione.

Cos’è la perfezione se non un limite, una stagnazione, una fine?
Un cerchio completo e finito che non prevede evoluzioni, crescite o espansioni?
Non è solo accettando le nostre imperfezioni e vulnerabilità che possiamo iniziare a evolvere e pensare al di là di noi stessi?
Non è solo riconoscendo l’idea di incompletezza che potremo far entrare l’altro e
accogliere la sua diversità?
Solo accettando l’idea dell’impermanenza e della finitezza riusciremo a svincolarci dall’attaccamento morboso alle sicurezze dello status quo, riuscendo finalmente a
essere liberi ed unici?

Nel XIV° secolo, in Giappone, la filosofia Wabi Sabi riassumeva questa idea in tre
semplici realtà:

Nulla è perfetto
Nulla è completo
Nulla è permanente

Sono queste le tre chiavi, le guide attraverso le opere di IM-PERFECTION.

I lavori di Mwangi Hutter dialogano con quelli di altri quattro artisti in una danza, uno scambio, una conversazione tra opere che riflettono su imperfezione, incompletezza e impermanenza.

Le condizioni che ci rendono, tutti, perfettamente umani.


Per ulteriori informazioni, contattare: Agnieszka Fąferek | [email protected]

C-Gallery | via G. Ventura 6, 20134 Milano, Italia | www.cgallery.it | +39 02 45377550
Orario di apertura: martedì – sabato 15.00 – 19.00 o su appuntamento.