Il mondo nuovo. guida tascabile

Firenze - 30/03/2015 : 30/03/2015

Stefano Mirti presenta "Il mondo nuovo. guida tascabile #design #socialmedia #alterazioni", edito da postmediabooks.

Informazioni

  • Luogo: LIBRERIA BRAC
  • Indirizzo: Via Dei Vagellai 18 r - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 30/03/2015 - al 30/03/2015
  • Vernissage: 30/03/2015 ore 18
  • Autori: Stefano Mirti
  • Generi: presentazione
  • Uffici stampa: MONICA ZANFINI

Comunicato stampa

Stefano Mirti
presenta
"Il mondo nuovo. guida tascabile #design #socialmedia #alterazioni",
edito da postmediabooks.
Intervengono:
Marco Brizzi, Gianni Pettena e Roberto Rubini.
Libreria Brac, Firenze,
Lunedì 30 marzo 2015 ore 18.00.

Il libro: In italiano siamo abituati a utilizzare il termine "design" per qualificare sostantivi (un oggetto di design, una lampada di design), mentre in inglese, to design è in prima istanza un verbo: progettare. Si può progettare un edificio, una mostra, un viaggio, la propria vita

"Il mondo nuovo" è una breve guida ad una società in continuo mutamento nel momento in cui la tecnologia influenza le nostre abitudini, un periodo in cui forse può essere utile intendere il design in un altro modo: design come attitudine, design come occhiali speciali attraverso i quali guardare al mondo, alla vita, a noi stessi. Il design diventa linguaggio e arriva a trasformare il mondo perchè trasforma in prima istanza noi stessi. Tutto questo nell'era dei social media. Ovvero in un mondo dove il design é diventato #design. Detto altrimenti, il "progetto" al tempo di Twitter e Facebook.

Stefano Mirti (Torino 1968) si laurea in architettura al Politecnico di Torino con successivo dottorato di ricerca presso lo stesso Politecnico. Dal 2001 al 2005 è professore associato all'Interaction Design Institute Ivrea, di cui è anche responsabile della exhibition unit. Successivamente coordina i progetti di Id-lab (Interaction Design Lab). Come architetto è tra i fondatori di Cliostraat. Per postmedia books Stefano Mirti ha pubblicato: "Toyo Ito. Istruzioni per l'uso", "Yung Ho Chang. Luce chiara, camera oscura" e "Interaction Design Primer".