Il Giardino delle Delizie

Vicenza - 06/08/2016 : 28/08/2016

Nuova videoinstallazione di Francesca Sarah Toich & Andrea Santini prodotta con il contributo del Comune di Vicenza e dedicata all’opera di Hieronymus Bosch il “Giardino delle Delizie” in occasione del Cinquecentenario della morte del pittore.

Informazioni

Comunicato stampa

Nel contesto delle attività del programma ‘Estate a Vicenza 2016’ inaugura questo sabato 6 agosto alle 18:00 a Palazzo Chiericati la nuova videoinstallazione di Francesca Sarah Toich & Andrea Santini prodotta con il contributo del Comune di Vicenza e dedicata all’opera di Hieronymus Bosch il “Giardino delle Delizie” in occasione del Cinquecentenario della morte del pittore.

I due artisti Vicentini si sono distinti in ambito internazionale per la creazione di installazioni digitali interattive ed immersive che avvicinano in modo semplice e coinvolgente un pubblico eterogeneo al mondo dell’arte

Nel maggio 2015 hanno presentato a Vicenza la mostra personale di arte digitale ‘Nyx, sogni di una notte digitale’ nei sotterranei di Palazzo Chiericati.

Motore d’ispirazione di questo nuovo lavoro è l’opera di Hieronymus Bosch il “Giardino delle Delizie”, Trittico del 1500 raffigurante la Creazione del mondo in un affascinante scenario surreale.
La scelta mira a portare anche a Vicenza un tributo al pittore nel Cinquecentenario della morte, che quest’anno si celebra con molti eventi e iniziative culturali in diverse parti d’Europa.

L’installazione video propone un viaggio esplorativo all’interno di una videoproiezione del quadro a grandezza naturale, alla scoperta di questo capolavoro nei suoi innumerevoli e meravigliosi dettagli.
Il sound design creato appositamente dai due artisti, permette di immergersi nell’opera attraverso un percorso sonoro dato da musiche, rumori e scenari letterari con voci narranti, per guidare in modo quasi “teatrale” l’esperienza immersiva. I testi scelti per l’itinerario spaziano da citazioni di grandi storici dell’arte a cronache storiche, fino a far parlare i personaggi del quadro con battute ispirate a testi in voga all’epoca in Europa. Tra questi ritroviamo le spensierate canzonette di Lorenzo de’ Medici, brani di Erasmo da Rotterdam ed estratti della Bibbia, di cui il trittico è ricco di riferimenti.

Il lavoro svolto con gli attori (tra cui Gianni De Luigi e Livio Pacella) mira a valorizzare i testi antichi seguendo chiavi quasi contemporanee di intrepretazione, permettendo allo spettatore di riconoscere nei personaggi del trittico atmosfere e caratteri. Questo viaggio esplorativo nell’arte permette un’esperienza che, senza essere troppo didattica ma orientata piuttosto ad un viaggio personale e suggestivo, vivifichi soggetti e scenari antichi coinvolgendo in modo diretto la fantasia del pubblico.


Per info contattare - [email protected]





CV UBIK


Fondata a Venezia nel 2007, l’Associazione Culturale UBIK nasce dalla collaborazione tra Francesca Sarah Toich, attrice e scrittrice di formazione classica e Andrea Santini, artista multimediale, come laboratorio di ricerca artistica per esplorare legami espressivi e significativi tra tradizione e innovazione mescolando i linguaggi propri di musica, teatro, video e tecnologia.

Negli anni UBIK ha evoluto il suo percorso artistico perseguendo ‘l’applicazione delle risorse tecniche al mondo dei sogni’, realizzando quindi performance e opere installative che, esplorando la dimensione magico-onirica delle moderne tecnologie digitali e interattive, affrontano temi classici e, più in generale, le complessità del rapporto tra tradizione antica e contemporaneità. Le installazioni e le performance di UBIK sono state presentate in gallerie Italiane ed estere e in occasione di festival tra cui Kernel Festival, Salone del Mobile, Festival della Scienza, Musictechfest (Berlino), Tokyo Wonder Site (Tokyo), Victoria & Albert Museum (Londra) e Centre Pompidou (Parigi).
A partire dal 2012 UBIK produce inoltre letture dantesche e altri spettacoli con teatralizzazione multimediale. Nel 2015 UBIK è stata selezionata per i suoi lavori di video e performance tra i rappresentanti Italiani per il progetto europeo ArtVision coordinato dall’Accademia di Belle Arti di Venezia, ha inoltre realizzato un’installazione interattiva permanente per L’Istituto Ville Venete e una mostra personale di lavori d’arte digitale “Nyx, sogni di una notte digitale” nei sotterarranei di Palazzo Chiericati in collaborazione con il Comune di Vicenza, che ha registrato oltre cinquemila presenze in un mese di esposizione. Alcune delle opere di Nyx sono state in seguito portate a Londra nell’ Ottobre 2015 in occasione di “Indipendent artist fair” di Frieze, una tra le più importanti fiere dell’arte contemporanea al mondo. A Novembre 2015 le stesse opere sono state esposte dal prestigioso Kinetica Museum all’Hospital Club di Convent Garden (Londra) per commemorare i Cento anni della Teoria della Relatività di Einstein e a Febbraio 2016 al MLAC, galleria d’arte contemporanea dell’università La Sapienza di Roma.