If Walls Could Talk

Milano - 22/06/2021 : 24/09/2021

Se i muri parlassero, rivelerebbero le “conversazioni“ tra quattro artisti internazionali che duettano con materiali estranei alla sfera artistica per creare opere inaspettate.

Informazioni

  • Luogo: THE FLAT - MASSIMO CARASI
  • Indirizzo: Via Paolo Frisi 3 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 22/06/2021 - al 24/09/2021
  • Vernissage: 22/06/2021 ore 14
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: da martedì a venerdì > dalle 14:30 alle 19:30 o su appuntamento | agosto solo su appuntamento

Comunicato stampa

If Walls Could Talk

Hiva Alizadeh - Élle de Bernardini - Michael Johansson - Sali Muller

Se i muri parlassero, rivelerebbero le “conversazioni“ tra quattro artisti internazionali che duettano con materiali estranei alla sfera artistica per creare opere inaspettate.
Se i muri potessero parlare, racconterebbero di geometrie variabili e astratte, ma anche di immagini illusorie e spaesanti: cambi di funzione, di forma e di stato.
Le forme geometriche e astratte sono il terreno su cui si destreggiano Michael Johansson (Svezia 1975) e Hiva Alizadeh (Iran 1989)


Entrambi si avvalgono di manufatti pre-esistenti, decontestualizzandoli: Johansson costruisce agglomerati monolitici di oggetti comuni, mentre Alizadeh disegna rappresentazioni impalpabili con vivide e volatili extension (ciocche di capelli sintetici).
Attraverso materiali iper-performanti, Sali Muller (Luxembourg 1981) propone finestre su mondi a quattro dimensioni, ideando opere tridimensionali che restituiscono una straniante e illusoria bidimensionalità.
La mostra passa dall'asettica astrazione geometrica alla rappresentazione di forme morbide ed organiche fino alla più esplicita raffigurazione dei sessi: Élle de Bernardini (Brasile 1991) scolpisce calze di nylon e pellicce sintetiche, ritaglia ecopelle e tessuti per disegnare forme organiche e raccontare passaggi di genere.