I Sensi dell’eleganza nell’Arte del Jewel Design

Roma - 05/07/2013 : 10/07/2013

Mostra collettiva nell'ambito degli eventi collaterali di AltaRoma AltaModa.

Informazioni

  • Luogo: 6. SENSO ART GALLERY
  • Indirizzo: Via Margutta 43 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 05/07/2013 - al 10/07/2013
  • Vernissage: 05/07/2013 ore 17-21
  • Generi: design, arte contemporanea, collettiva
  • Orari: Dal lunedì al sabato 11.00 – 19.00 Domenica su appuntamento
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

6° Senso Art Gallery invita la S.V all'inaugurazione della mostra “I Sensi dell’eleganza nell’Arte del Jewel Design”, Venerdì 5 Luglio dalle 17.00 alle 21.00, nell'ambito degli eventi collaterali di AltaRoma AltaModa che proseguiranno fino al 10 di Luglio.
La mostra presenterà in anteprima le ultime creazioni delle giovani designer Federica Righini, in arte Fè , Solidea Battista in arte Bamia, del fashion designer Tiziano Guardini e dell'artista di merletti a tombolo Maria Di Benedetto, che abbinerà alcuni dei suoi gioielli agli abiti anni '60 dello stilista Sebastiano Di Rienzo

Le loro creazioni saranno presentate nell'ambito della mostra collettiva “Summer of Art” che durerà fino alla fine di luglio.



Brevi cenni sugli Artisti
Federica Righini in arte Fé nasce come marchio artigianale, rigorosamente Made in Italy. Partendo dall’architettura e dallo studio di diversi materiali, solitamente usati nell’arredamento, prendono forma pezzi unici di accessori che variano dalle collane, spille orecchini fino alle borse. La sperimentazione di nuovi accostamenti di colore e materia, ha il fine di offrire un prodotto che sia un vero e proprio oggetto di design. La linea è elegante e ricercata, accompagnata da un concetto di frivolezza e di gioco che sono alla base della creatività. L’intento è di far sì che ogni donna abbia la sua unicità indossando oggetti ogni volta differenti, offrendo al cliente la possibilità di vestire pezzi unici di design contemporaneo. Fé è un marchio che veste una donna stravagante, sensuale, libera di osare ed allo stesso tempo accattivante ed ironica.





Solidea Battista in arte Bamia, architetto, nel 1995 consegue un master in design e da allora lavora esclusivamente in questo settore. Realizza lei stessa i suoi pezzi unici o serie limitate, lavorando attentamente sui dettagli, in un giocosi rimandi tra la disinvolta concretezza di materiali poveri o riciclati e la capacità tecnica ed immaginativa a cui aspira come designer. Nel 2007 nasce il suo marchio.
Ha creato una serie limitata di lampade realizzate a mano, vendute in alcuni dei più importanti negozi di design come Mikiway e nei bookshop dei musei come il MACRO di Roma. E’ stata tra i protagonisti delle passate edizioni di A.I Artisanal Intelligence. Nel 2013 ha partecipato come designer al progetto CalabianaMilano presso il Salone del Mobile di Milano.



Tiziano Guardini è un giovane fashion design definito “stilista della natura”.
I suoi abiti concepiti come sculture naturali, uniscono le tecniche di lavorazione della couture a materiali ed elementi organici, intreccia la sua esperienza nella moda ad una viscerale passione per la natura, realizzando creazioni uniche. Tulle ricamato con corteccia di pino, bustini in rafia, canapa e petali di pigne, danno vita ad una capsule collection che fa dell’ ecosostenibilità unita alla ricerca artistica la sua cifra stilistica."
E' stato uno dei protagonisti della passata edizione di AltaRoma AltaModa esponendo al complesso monumentale di Santo Spirito in Sassia.



Maria Di Benedetto è un'artista molisana di merletti a tombolo, una tecnica antica adattata a gioiello contemporaneo, importata per la prima volta ad Isernia tramite la corte Aragonese del 1503. A vent'anni, in Germania, avvia la sua attività sartoriale coltivando al contempo la passione per il recupero dell'arte del tombolo, alla quale si era già avvicinata all'età di 5 anni. I numerosi corsi di perfezionamento frequentati in tutta Europa le consentono di acquisire le tecniche di lavorazione degli altri paesi e di ampliare notevolmente le sue conoscenze. Il suo patrimonio professionale le vale una medaglia d'argento alla Biennale internazionale del merletto di Sansepolcro. Nel 1988 e successivamente, nel 1996, il prestigioso Riconoscimento internazionale per l'operosità e la collaborazione nel campo dei merletti in Europa.
Dal 1995 si dedica all'insegnamento, organizzando corsi di formazione in Italia e all'estero.
La sua creatività e la sua volontà di ricerca la conducono all'impiego di tecniche tradizionali nella creazione di opere moderne: fra queste i gioielli, realizzati con filati d'oro e d'argento. Di grande interesse culturale è poi la sua vasta raccolta di oggetti legati all'arte del merletto a fuselli: tomboli e fuselli provenienti da tutto il mondo, che il grande pubblico ha potuto spesso ammirare in numerose mostre e rassegne dedicate alle tradizioni artigianali.