I Martedì Critici – Donato Piccolo

Roma - 10/06/2014 : 10/06/2014

Un happening sperimentale di Donato Piccolo al Macro per chiudere spettacolarmente il ciclo aprile-giugno dei talk con il mondo dell’arte.

Informazioni

Comunicato stampa

Alcuni velivoli di piccole dimensioni si alzeranno in volo nella hall del Macro e dopo aver attraversato lo spazio si autodistruggeranno. L’happening dell’artista Donato Piccolo cercherà di verificare il concetto di causa-effetto, inizio-fine, applicando all’interno dell’opera la dinamica dei contrari associati, che in fisica si manifesta nella teoria del caos.
L’happening sperimentale di Donato Piccolo chiuderà il ciclo primaverile 2014 dei Martedì Critici curati, anche in quest’ultima edizione al Macro, da Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti. A seguito di questa operazione ci sarà un dibattito sullo stato dell’arte e sull’attualità della critica

I Martedì Critici, quindi, si aprono ad interventi e contributi di altri: artisti, critici, galleristi, collezionisti ed appassionati. Il dibattito si svolgerà nella hall del Macro e non più nella Sala Cinema.
Donato Piccolo offrirà a tutti i convenuti la tensione emotiva adatta a un confronto franco sui volti e i risvolti dell’arte.
Spiega Donato Piccolo: «L’operazione al Macro vuole essere una metafora della vita, perché al fondo di questa operazione c’è il concetto di nascita e di morte: gli elicotteri vengono guidati infatti in aria, per volare verso la loro autodistruzione. La traiettoria di volo sonda le frequenze dell'assoluto e cerca di riprodurre una reazione a catena attraverso un ritmo sinfonico. E’ una performance che cerca d’individuare il connubio tra natura ed artificio, rendendo estetica la dinamica irreversibile di un’esplosione.
L’arte stessa è esplosione, perché è un improvviso e violento rilascio di energia emozionale. Cos’è un’opera di Caravaggio se non un violento ed improvviso rilascio di energia?»