I figli del secolo

Genova - 21/11/2015 : 21/11/2015

Cinema e Arte: sabato al Museo di Villa Croce a Genova in anteprima italiana il film d'esordio dell'artista catanese Davide La Rocca.

Informazioni

Comunicato stampa

Sabato 21 novembre 2015 alle ore 18 al Museo d'Arte Contemporanea di Villa Croce a Genova, in occasione della sesta edizione del Festival Nuovo Cinema Europa, verrà presentato in anteprima italiana “I figli del secolo”, primo lungometraggio dell'artista catanese Davide La Rocca (Italia 2015).
Irrimediabilmente attratto dal cinema, dopo aver ricavato per anni i soggetti delle sue grandi tele dipinte a olio da fotogrammi di film altrui, La Rocca è ora per la prima volta regista, con una sorta di ribaltamento del modus operandi, che passa così a provocare immagini in movimento dopo averle in qualche maniera subite


L'evento, a ingresso libero, è reso possibile grazie alla collaborazione con la galleria Guidi&Schoen Arte Contemporanea. Sarà presente l'artista.

Il film - Anno 3051: un virus di origine sconosciuta, innescato da un polimero denominato Epolene P, immesso nell’ambiente nove anni prima, provoca il sovrappopolamento degli insetti entomofagi, la cui presenza genera uno squilibrio irreversibile nella struttura biologica dell’ecosistema. Oltre all’estinzione delle api, esso pare abbia una relazione con il drastico crollo delle nascite tra gli umani. Per i pochi bambini superstiti, come i gemelli Alex e Sara, la vita si complica, e persino andare a scuola diventa un’esperienza dai risvolti pericolosi. Su di loro si testa il nuovo vaccino. A metà tra gioco e sperimentazione scientifica, si ritiene utile ricorrere al DNA ricostruito dei dittatori del passato per creare una nuova “razza” resistente al virus. I figli del secolo. Tra rivisitazioni di spettri del passato e sguardi lanciati nel futuro, le lezioni si svolgono esaminando vecchi documentari, frammenti di film, video amatoriali, unica testimonianza rimasta della civiltà umana sempre più difficile da decifrare. L’arte non è più praticata, le tre religioni monoteiste si fondono in un’unica confessione il cui leader spirituale è una donna. La nuova morale non ha più confini netti, gli ultimi tabù in materia sessuale sono caduti. L’uomo può finalmente dirsi libero nonostante si trovi a un passo dall’estinzione? L’unica risposta salvifica è riposta nei sogni, origine del male ma forse anche unico antidoto.

Biografia del regista - L'artista Davide La Rocca, nato a Catania nel 1970, vive e lavora tra Milano e Catania. Dal 1999 ha partecipato a mostre personali e collettive presso gallerie d’arte e musei in Italia, Germania, Spagna, Austria, Belgio, Estonia e Cina. La vicinanza al divisionismo è evidente nei suoi lavori, sia nella composizione costituita da punti disposti sistematicamente sulla tela con grande precisione, sia nei procedimenti tecnici con i quali trasferisce in pittura le immagini tratte da film e fotografie. I figli del Secolo è il suo primo lungometraggio.

Il FESTIVAL NUOVO CINEMA EUROPA (FNCE) è un evento internazionale dedicato ai nuovi talenti della scena cinematografica europea contemporanea. Si svolge annualmente a Genova dal 2010 e presenta ogni anno un'accurata selezione di lungometraggi prodotti negli ultimi due anni - proiettati in lingua originale sottotitolati in italiano - e dibattiti con i registi dopo le proiezioni, con l'obiettivo di promuovere in Italia il nuovo cinema europeo. Sostenuto e patrocinato dal Comune di Genova, coordinato e organizzato dall'associazione culturale Profondità di Campo, il Festival è realizzato in collaborazione con gli Istituti di Cultura Europei, i Centri Culturali, le Accademie e le Ambasciate presenti su tutto il territorio italiano. Oltre alle proiezioni in sala, il Festival coinvolge ogni anno la città con eventi finalizzati ad aprire un dialogo tra il cinema e gli altri settori, quali l'arte, la musica e l'architettura.
La sesta edizione del Festival è in corso, con eventi, proiezioni e dibattiti in programma fino all'1 dicembre.