Guido Buganza – La scimmia pittrice

Milano - 05/12/2012 : 16/12/2012

L’esposizione comprende una ventina di lavori, eseguiti con la tecnica dell’olio su tela, che scandagliano le tematiche del mistero femminino, del volto umano, con ritratti eseguiti a memoria, ed infine della “singerie”, la raffigurazione pittorica di scimmie (dal francese singes) impegnate in attività giocose, spesso vestite come personaggi umani.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO BRANDSTORMING
  • Indirizzo: Via Corsico 3 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 05/12/2012 - al 16/12/2012
  • Vernissage: 05/12/2012 ore 19
  • Autori: Guido Buganza
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Tutti i giorni, dalle 14:30 alle 20:30

Comunicato stampa

Milano, 6 novembre 2012 - Mostra personale a Milano per Guido Buganza, talentuoso pittore gia’ alla Biennale di Venezia nel 2008 ed al Museo della Permanente di Milano con Mario de Micheli.

Classe 1968, l’artista ha affrontato la sua prima mostra ancora sedicenne, nella citta’ natale di Cremona affinando poi le sue capacità con Vladimiro Elvieri prima e quindi con Emilio Tadini e Titina Maselli. Il suo curriculum testimonia le molteplici e rilevanti esperienze maturate sia in ambito pittorico che in quello teatrale

Dopo aver lavorato con due premi nobel, Dario Fo ed Harold Pinter, Guido Buganza ha infatti collaborato, tra gli altri, anche con Peter Greenway per la video installazione “Peopling the Palace”, realizzata dal regista inglese per la reggia di Venaria, presso la residenza sabauda alle porte di Torino.

Con questa mostra Buganza si presenta oggi a Milano con una selezione di opere, summa e affinamento delle sue ultime sperimentazioni. L’esposizione comprende una ventina di lavori, eseguiti con la tecnica dell’olio su tela, che scandagliano le tematiche del mistero femminino, del volto umano, con ritratti eseguiti a memoria, ed infine della “singerie”, la raffigurazione pittorica di scimmie (dal francese singes) impegnate in attività giocose, spesso vestite come personaggi umani.

Proprio la scimmia, con la sua smorfia beffarda, da’ il titolo alla mostra. Questo animale e’ infatti quello su cui Buganza ha scelto di soffermarsi per riflettere sulla realta’e insieme riflettersi lui stesso.

Il catalogo dell’esposizione è introdotto da Nicola Gardini, vincitore dell’ultima edizione del Premio Letterario Viareggio Repaci.