GRGLT – Atomi

Milano - 16/06/2020 : 19/07/2020

Dopo il lungo periodo di isolamento, in occasione della riapertura al pubblico, Motelombroso ha il piacere di ospitare un progetto speciale della galleria Giorgio Galotti con l’intento di indagare il processo di relazioni che si instaurano tra opere d’arte in dialogo con la struttura architettonica del luogo.

Informazioni

  • Luogo: MOTELOMBROSO
  • Indirizzo: Alzaia Naviglio Pavese 256 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 16/06/2020 - al 19/07/2020
  • Vernissage: 16/06/2020 no
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: su appuntamento dal Martedì alla Domenica* visite guidate su prenotazione ogni Mercoledì alle ore 18.30 Giorgio Galotti ℅ Motelombroso, Alzaia Naviglio Pavese 256, Milano (IT)
  • Sito web: http://www.giorgiogalotti.com
  • Email: hello@giorgiogalotti.com

Comunicato stampa

tomi

16.06.2020 – 19.07.2020

su appuntamento dal Martedì alla Domenica*
visite guidate su prenotazione ogni Mercoledì alle ore 18.30

Giorgio Galotti ℅ Motelombroso, Alzaia Naviglio Pavese 256, Milano (IT)

Artisti: Ludovica Anversa, Andrea Bocca, David Casini, Alessio Gianardi, Miriam Gili, Andrea Magnani, Mandalaki, Andrea Noviello, Marco Paltrinieri, Jacopo Rinaldi, Giulio Saverio Rossi
Progettazione interni: Stefano Bongiorno


Dopo il lungo periodo di isolamento, in occasione della riapertura al pubblico, Motelombroso ha il piacere di ospitare un progetto speciale della galleria Giorgio Galotti con l’intento di indagare il processo di relazioni che si instaurano tra opere d’arte in dialogo con la struttura architettonica del luogo.
Il progetto si basa sul coinvolgimento di un gruppo di artisti italiani nati negli anni ’70, ’80 e ’90 che per l’occasione hanno elaborato una serie di interventi per gli ambienti interni ed esterni, avviando un’interazione spontanea che parte dall’identità del luogo per giungere ai suoi ospiti.
Il percorso espositivo mette in luce il rapporto tra opera e spazio, attraverso una corrispondenza di linguaggi diversi, dall’arte più tradizionale fino al design più tecnologico, con l’obiettivo di comporre un’energia comune dettata da personalità differenti che collaborano per un unico fine.
Alcune opere sussurrano riferimenti che sollecitano l’immaginazione, altre si presentano in modo più esplicito generando una mostra ‘site specific’ composta di sensazioni visive, rimandi poetici ed interazioni sonore che richiamano alla mente esperimenti primordiali fuori dai contesti istituzionali, per raccontare la realtà odierna attraverso un circuito multisensoriale.

*N.B.: in osservanza delle normative nazionali l’accesso alla mostra è previsto per massimo 15 persone ogni mezzora. Per prenotare la visita vi preghiamo di inviare una mail a [email protected]
Non dimenticate di portare con voi la mascherina.