Glasstress 2019

Murano - 08/05/2019 : 24/11/2019

Di ritorno alla 58ma Biennale di Venezia, la sesta edizione di GLASSTRESS riunisce un nuovo line-up di importanti artisti contemporanei provenienti da Europa, Stati Uniti, America Latina, India e Cina in una mostra ambiziosa che esplora le infinite possibilità creative del vetro.

Informazioni

  • Luogo: BERENGO EXHIBITION SPACE
  • Indirizzo: Campiello della Pescheria - Murano - Veneto
  • Quando: dal 08/05/2019 - al 24/11/2019
  • Vernissage: 08/05/2019 ore 19 su invito
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: anteprima stampa di GLASSTRESS: 7 Maggio 10:00-14:00 Colazione con gli artisti e visita della fornace su invito

Comunicato stampa

Di ritorno alla 58ma Biennale di Venezia, la sesta edizione di GLASSTRESS riunisce un nuovo line-up di importanti artisti contemporanei provenienti da Europa, Stati Uniti, America Latina, India e Cina in una mostra ambiziosa che esplora le infinite possibilità creative del vetro.

GLASSTRESS è un progetto di Adriano Berengo dedicato a sostenere la sua missione di sposare l'arte contemporanea e il vetro

Dal debutto nel 2009 come evento collaterale della Biennale di Venezia, GLASSTRESS ha ridato vita al tradizionale artigianato del vetro soffiato di Murano, forgiando nuove alleanze tra artisti e designer di fama internazionale ed è diventato da allora una piattaforma senza eguali in cui vengono presentate nuove e rivoluzionarie opere in vetro.

Per celebrare i 10 anni di GLASSTRESS e i 30 anni di Berengo Studio, la mostra torna alle sue radici storiche sull'isola di Murano. Una vecchia fornace di vetro abbandonata è ora un suggestivo spazio espositivo per impressionare nuove opere e installazioni di artisti come Ai Weiwei, Tony Cragg e Thomas Schütte e anche Prune Nourry, José Parlá e Xavier Veilhan, tra gli altri.

Per questa sezione, l'artista brasiliano Vik Muniz ha invitato tutti gli artisti a esplorare 'Come il vetro ridefinisce la nostra percezione dello spazio'. In un'altra sezione della mostra, curata dall'artista belga Koen Vanmechelen, saranno esposti anche i momenti salienti degli ultimi dieci anni, tra cui Mutter (2016/17) di Erwin Wurm, Laura's Hands (2011) di Jaume Plensa e A Different Self ( 2014) di Mat Collishaw.