Glaser/Kunz

Torino - 03/11/2011 : 06/11/2011

Gli artisti svizzeri Daniel Glaser e Magdalena Kunz da alcuni anni conducono una ricerca volta a sfruttare le potenzialità delle nuove tecnologie per coniugare al contempo la forma tridimensionale della scultura e la proiezione dinamica del video. I due artisti hanno ideato delle sagome parlanti, da loro soprannominate “sculture cinematografiche”, che si animano digitalmente con la gestualità mimetica e le voci alternate di persone reali.

Informazioni

Comunicato stampa

GAGLIARDI ART SYSTEM PRESENTA GLASER/KUNZ.
Dopo il successo di Paratissima 2010

Gli artisti svizzeri Daniel Glaser e Magdalena Kunz da alcuni anni conducono una ricerca volta a sfruttare le potenzialità delle nuove tecnologie per coniugare al contempo la forma tridimensionale della scultura e la proiezione dinamica del video. I due artisti hanno ideato delle sagome parlanti, da loro soprannominate “sculture cinematografiche”, che si animano digitalmente con la gestualità mimetica e le voci alternate di persone reali



Le conversazioni e i colloqui che si svolgono tra le figure proposte, mentre siedono in una macchina o stanno rannicchiate a terra, assumono spesso l’aspetto di recitazioni poetiche che ripetono ritmicamente versi e frasi all’interno di monologhi alternati. Con questi lavori installativi, Glaser / Kunz esplorano tematiche collettive e individuali, in particolare questioni sociali sulla condizione di disagio dei diseredati e degli esclusi dalla società, mettendone in evidenza sogni e visioni conflittuali. [… Dicono gli artisti : “Le nostre “sculture cinematografiche” potrebbero anche essere definite “performance scultoree”, perché la parte performativa è fondamentale in questo lavoro.[...] È una performance di scultura vivente, che sempre si ripropone nella sua autenticità.”