Giuseppe Maestri – Il Dono

Ravenna - 30/12/2014 : 15/02/2015

L’esposizione, allestita nelle sale del Piano Nobile, è un omaggio al corpus di opere che la famiglia Maestri ha voluto legare al MAR-Museo d’Arte della città, estremo dono, qui presentato con sincera gratitudine.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO RASPONI 2
  • Indirizzo: Via Massimo D'azeglio 2 - Ravenna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 30/12/2014 - al 15/02/2015
  • Vernissage: 30/12/2014 ore 17
  • Autori: Giuseppe Maestri
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni 14.30 - 17.30 chiuso il martedì (aperto martedì 6 gennaio) Open every day from 2.30 p.m. to 5.30 p.m. Closed Tuesdays (open January 6)
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

L’esposizione, allestita nelle sale del Piano Nobile, è un omaggio al corpus di opere che la famiglia Maestri ha voluto legare al MAR-Museo d’Arte della città, estremo dono, qui presentato con sincera gratitudine. Ma non solo: il tema del dono, che compare nella bella immagine di uno dei Re Magi mentre si avvicina alla città guidato da una stella che ricorda la volta di Galla Placidia, vuole essere simbolo di tutte le ispirazioni che Ravenna ha donato all’artista, che così profondamente se ne è nutrito


Giuseppe Maestri (Sant’Alberto di Ravenna, 1929 – Ravenna, 2009) è stato un incisore, artista e gallerista che con la sua sensibilità ha animato un cinquantennio di vita artistica ravennate. Nella sua bottega ha stampato l’opera incisoria di alcuni tra i più importanti maestri del nostro tempo come Giulio Ruffini, Tono Zancanaro, Mattia Moreni, Ernesto Treccani e Carlo Zauli, poi anche Manlio Guberti, Giò Pomodoro, Rudolf Calonder, Angela Weyersberg e Trude Waehner.

Durante la serata concerto dal vivo del gruppo Kisses from Mars.

Al piano terra del Palazzo prenderanno il via le proiezioni in loop dei quattro video mapping architetturali 3D realizzati dal regista Andrea Bernabini dal 2011 al 2014, sui monumenti Unesco di Ravenna.



Palazzo Rasponi
La costruzione di Palazzo Rasponi fu iniziata verso la fine del ‘600 per volontà di Giovanni Rasponi e ultimata con nuovi interventi nella seconda metà del secolo scorso. Personaggio colto e ambizioso, il Rasponi era in piena sintonia con la grandeur francese, qui rappresentata nei traguardi ottici interni che al pari di un cannocchiale “catturano l’infinito”. Il palazzo è stato completamente restaurato grazie alla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. É destinato ad essere sede di mostre, concerti ed eventi culturali. La mostra dedicata a Giuseppe Maestri apre per la prima volta lo spazio espositivo del Piano Nobile.