Giuseppe Cuccio – Dentro La Forma

Palermo - 05/12/2014 : 30/12/2014

“Dentro la forma” è un titolo che ben si addice all'opera di un artista completo come Giuseppe Cuccio, la cui ricerca espressiva si manifesta utilizzando pittura, scultura, arti grafiche e disegno, e che con autonomia ha saputo mettere in evidenza la peculiarità del suo essere artista.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA PRATI
  • Indirizzo: Via Quintino Sella ,77 90139 - Palermo - Sicilia
  • Quando: dal 05/12/2014 - al 30/12/2014
  • Vernissage: 05/12/2014 ore 18,30
  • Autori: Giuseppe Cuccio
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: 9.30/13.00-16.30/20.00

Comunicato stampa

Presentazione Eliana Mauro:

“Dentro la forma” è un titolo che ben si addice all'opera di un artista completo come Giuseppe Cuccio, la cui ricerca espressiva si manifesta utilizzando pittura, scultura, arti grafiche e disegno, e che con autonomia ha saputo mettere in evidenza la peculiarità del suo essere artista.
La sua scultura ben si può definire arte della forma, sequenza di movimenti plastici o di piani materici, resa interpretando le parti corporee rilevanti dei soggetti ripresi, rileggendo in chiave originale quel modo esteriore di essere delle cose che si modifica di tempo in tempo


In tal modo, le opere che l'artista ha scelto di esporre denunciano, modernamente, il senso della transitorietà della visione quadridimensionale.
Le opere scultoree di soggetti colti in movimento, dove l'astrazione della visione è combinata con la quarta dimensione che è il tempo nello spazio, sono il risultato di un'azione in fieri ma non fragile nei materiali, la cui scelta attenta contesta l'effimero e il temporaneo per imporre nel “qui e ora” l'eternità dell'attimo che le coglie in movimento e alla quale tutte le forme aspirano.
Molteplice nel trattamento delle superfici, utilizza tecniche sperimentate e sperimentali, esperienze espressive che si confrontano, di volta in volta, con la storia dell'umanità, dal protostorico alla classicità, dall'avanguardia alla decostruzione, sempre mostrando l'autonomia della propria forza emotiva e artistica.
L'artista attinge i soggetti dagli elementi della Natura, proponendo la visione delle forze statiche e dinamiche che ne costituiscono forme nascoste nella memoria cognitiva di ciascuno, in una sintesi che ne mostra, quasi impietosamente e con grande maestria sfruttando la tridimensionalità innata dell'opera scultorea stessa, i piani geometrici di riferimento che diventano elementi di comunicazione empatica.

Eliana Mauro
Cenni biografici dell’artista
Giuseppe Cuccio , conseguito il diploma del liceo classico e il diploma dell’Accademia di Belle Arti nella sezione scultura ,oggi è docente per la materia Discipline Plastiche presso il Liceo Artistico “Damiani Almeyda” di Palermo. Ha partecipato ad alcune mostre in Italia ed a l’estero, tra i diversi riconoscimenti è stato premiato a Milano “artista dell’anno 2009” ( Premio delle Arti Premio della Cultura) . La sua ricerca espressiva è comprensiva della scultura della pittura della grafica e del
disegno. Sue opere sono in dotazione in collezioni private ed in musei.
L'artista vive ed opera tra Palermo e Milano


Breve storia della Galleria
La Galleria Prati inaugura il 5 Maggio del 79nel prestigioso “Palazzo Rutelli”di via Quintino Sella 77 a Palermo.
Dopo alcune mostre di grandi maestri del 900 quali Mirò,Picasso, Dalì;negli anni 80 propone al suo vasto pubblico artisti quali Adami, Tadini,Rotella,Del Pezzo,Accardi, Dorazio, Tano Festa, Angeli, Germanà, con mostre personali di alto rilievo qualitativo.
Dopo Giorgio Cattani e Merkens,La Galleria ha voluto presentare alcuni nostri artisti contemporanei: Giovanni La Cognata, Andrea Cusimano,Guido Baragli,Ermanno Barovero
Ha dedicato anche gran parte della sua attività a lanciare giovani quali Andrea Di Marco e Fulvio DiPiazza con una mostra personale. nel 1996
Di questi artisti sopra citati la Galleria è solita riproporli ogni due anni con i lavori più recenti avendo così la possibilità di mantenere un dialogo sempre aperto tra gli estimatori d’arte e gli artisti dei quali possano apprezzare la maturazione e la ricerca dei nuovi linguaggi in fieri.

Questa mostra nasce in collaborazione con il Gruppo Deutsche bank Finanza& Futuro