Giuseppe Adamo – Something

Palermo - 17/11/2016 : 17/12/2016

Un momento di riflessione intorno al suo lavoro più recente, frutto di una paziente sperimentazione sulla superficie, i processi di astrazione e la natura dell’immagine, ma anche la presentazione di alcuni muovi spunti, nella perenne ricerca formale e di senso intorno alla pittura stessa.

Informazioni

  • Luogo: RIZZUTO GALLERY
  • Indirizzo: via Maletto, 5 - Palermo - Sicilia
  • Quando: dal 17/11/2016 - al 17/12/2016
  • Vernissage: 17/11/2016 ore 19
  • Autori: Giuseppe Adamo
  • Curatori: Helga Marsala
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: su appuntamento

Comunicato stampa

Palermo, novembre 2016
Sarà inaugurata giovedì 17 novembre 2016, ore 19, alla RizzutoGallery (Palermo, via Monte Cuccio 30) Something, mostra personale di Giuseppe Adamo, a cura di Helga Marsala.

Prima personale per Giuseppe Adamo negli spazi della Galleria Rizzuto. Una tappa che arriva dopo oltre un anno di collaborazione, tra fiere e progetti outdoor. Un momento di riflessione intorno al suo lavoro più recente, frutto di una paziente sperimentazione sulla superficie, i processi di astrazione e la natura dell’immagine, ma anche la presentazione di alcuni muovi spunti, nella perenne ricerca formale e di senso intorno alla pittura stessa


In mostra una serie di opere su tela di diverse dimensioni, in cui si definisce una dinamica tutta personale tra dissoluzione e ricerca della forma, tra profondità e piano, tra sguardo ravvicinato e osservazione a volo d’uccello, tra paesaggio e dettaglio.
Una serie di stratificazioni, soglie, passaggi, velature, conducono alla definizione di immagini astratte, che però lasciano intravedere accenni di forme e di oggetti, o anche solo frammenti dall’aspetto organico.
La pittura si dà così per graffi, trasparenze, incisioni, crepe, residui emersi o segni sommersi, sempre indefiniti e mutevoli.

Dal testo del curatore: “Something, titolo ripreso da una traccia dell’album Musick to Play in the Dark dei Coil, ha in sé tutta la vaghezza, l’indeterminatezza, l’apertura radicale di queste immagini che si danno sul precipizio e che continuano a mutare. Rincorrendo la forma ma perdendola fatalmente.
Nel loop aereo del brano, scandito da folate di vento, crepitii, ronzii, suoni siderali, la parola “qualcosa” si ripete all’infinito, evocando una qualche germinazione ancestrale. Materia bruta, tra apocalisse e palingenesi. Proprio come nelle pazienti strutture armoniche di Adamo, qui umbratili e cavernose, lì risolte in luminescenze omogenee, sempre sul punto di implodere oppure di rigenerarsi in nuove tessiture. Una pittura cangiante, germinale. Che ha a che fare con l’origine (delle cose, della scrittura, dei segni, dell’immagine stessa) e con la sua natura ineffabile. Qualcosa che si dà e che si nega. Che si compie e si dissolve daccapo”.
La mostra sarà visitabile fino al 17 dicembre.


Giuseppe Adamo – Something
Inaugurazione giovedì 17 novembre 2016 ore 19:00
fino al 17 dicembre 2016

RIZZUTOGALLERY
Palermo, Via Monte Cuccio 30
Per informazioni:
Eva Oliveri +39 348.3622577
[email protected]
Tiziana Pantaleo +39 091 7795443
[email protected]
www.rizzutogallery.com
http://www.facebook.com/RizzutoGallery


BIO

Giuseppe Adamo (Alcamo, 1982) si muove in un territorio di confine tra figurazione e astrazione. Pittore raffinato e tra i più apprezzabili della nuova scena pittorica siciliana, Adamo ragiona sul puro linguaggio pittorico libero da necessità narrative o di rappresentazione. Le sue opere si presentano come superfici lisce, levigatissime, totalmente prive di spessore materico, dalle quali affiorano forme dall’aspetto tridimensionale che richiamano il mondo minerale e vegetale, ottenute mediante una pittura molto fluida, fatta di velature, trasparenze e variazioni tonali, attraverso un processo pittorico che in un certo senso imita i processi generativi della natura. In questa pittura che si allontana dalla narrazione e dalla riconoscibilità del soggetto, Adamo punta l’attenzione sul processo pittorico, con una recondita esigenza di conservare la memoria delle fasi generative che si sono sovrapposte e che hanno portato all’opera così come appare.




Mostre personali

2016
Something, RizzutoGallery, Palermo
2014
Glimpse, a cura di Von Holden Studio e Direct Cut, Palazzo Cafisi, Favara
2011
Bedtime Sketches, Zelle Arte Contemporanea, Palermo
2009
Costellazioni 02. Sopralluoghi, Galleria dell’Arco, Palermo


Mostre collettive

2016
Die Grosse - KUNSTAUSSTELLUNG NRW DÜSSELDORF - Museum Kunstpalast - (Germany)
«sosta», RizzutoGallery, Palermo.
2015
Le Stanze d’Aragona III – Pratiche pittoriche all’alba del nuovo millennio, a cura di Andrea Bruciati e Helga Marsala – Villino Favaloro – Palermo
A Sicilian Walk, a cura di Giusi Diana, Parco Archeologico della Valle dei Templi
Le Stanze d’Aragona II – Pratiche pittoriche all’alba del nuovo millennio, a cura di Andrea Bruciati e Helga Marsala – RizzutoGallery - Palermo
Art on Loan/Arte in prestito, a cura di Enzo Fiammetta, Museo di Arte Contemporanea di Alcamo
2014
Viaggi Straordinari, Studio Ingarao & Brucia e Galleria Vaiasuso, Alcamo
FAM Giovani per le Arti Visive, Fabbriche Chiaramontane, Agrigento

2013
Lo sguardo invisbile. Un’indagine sulle possibilità del paesaggio, Von Holden Studio, Palermo
Scrapbook – Album de recortes, Kir Royal Gallery, Valencia, Spagna
2012
Lontani come rami galleggianti, Ex Collegio dei Gesuiti, Alcamo
La Peste, Palazzo Costantino, Palermo
Sweet Sheets IV, Zelle Arte Contemporanea, Palermo
2011
Rendez-vous, a cura di South e North, Spaziodeep, Palermo
Allegory of the Cave, quattrocentometriquadri Gallery, Ancona
Silver Session, South & North, Valencia, Spagna
A partir de l’eau, Zelle Arte Contemporanea, Palermo
Intradiegetica, Circolo degli Artisti, Roma
2010
Sweet Sheets (Moves to Modica), Palazzo della Cultura, Modica (RG)
Sweet Sheets III, Zelle Arte Contemporanea, Palermo
2008
Minimo Radicale, Museo Civico Castello dei Ventimiglia, Castelbuono
Passport #2, Cantieri Culturali alla Zisa, Palermo
Fuori Rotta / Off Course, Aikedell'Arco, Shangai, Cina
2006
Nervi saldi, Le officine dell'arte II edizione, Cantieri culturali alla Zisa, Palermo

Premi

2014
Finalista Premio FAM Giovani per le Arti Visive, Fabbriche Chiaramontane, Agrigento