Giulio Iacchetti – Cruciale 21 croci + 1

Enna - 01/06/2012 : 07/07/2012

Il design contemporaneo d’autore fra le volte medievali del più grande maniero siciliano. Il viaggio e l’emigrazione temi della valigia a forma di croce, dono alla città per il 600° della Patrona “Pane e design”, la lectio magistralis agli studenti dell’Università Kore (1 giugno).

Informazioni

  • Luogo: CASTELLO DI LOMBARDIA
  • Indirizzo: Via Lombardia - Enna - Sicilia
  • Quando: dal 01/06/2012 - al 07/07/2012
  • Vernissage: 01/06/2012 ore 18
  • Autori: Giulio Iacchetti
  • Curatori: Beppe Finessi
  • Generi: design, personale
  • Orari: Dal martedì alla domenica | dalle 10 alle 18
  • Biglietti: ingresso libero
  • Sito web: http://www.cruciale.enna.it
  • Email: melagrasso@tiscali.it
  • Patrocini: Assessorato Regionale Beni Culturali e Identità Siciliana - Soprintendenza BB.CC.AA. Enna Provincia Regionale di Enna Comune di Enna ERSU Enna ADI - Associazione per il Disegno Industriale Delegazione Sicilia Con il sostegno di: Sicilia Outlet Village Partner evento: G2 | Associazione Alla Luce del Sole | Protagonismo Universitario Con la collaborazione di: Marella Ferrera Museum & Fashion | Park Hotel La Giara | Riviera Hotel | Giardinaggio Servizi Ink Way | Barbagallo Gioielleria | BCC La Riscossa di Regalbuto | Bside Accessori
  • Editori: CORRAINI

Comunicato stampa

ENNA, 30 maggio 2012 – Dopo il Museo Diocesano di Milano e la Chiesa di Santo Stefano Rotondo a Roma, la mostra Cruciale. 21 Croci + 1 del designer industriale Giulio Iacchetti, arriva a Enna, dove sarà visitabile dal 2 giugno al 7 luglio sotto le volte medievali del maestoso Castello di Lombardia, la più antica e grande fortezza siciliana, con oltre duemila anni di storia


L’esposizione, con ingresso gratuito, è inserita nell’ambito delle celebrazioni organizzate a Enna per il 600° anniversario della patrona, la Madonna della Visitazione il cui simulacro, dice la leggenda, nel 1412 da Venezia venne portato a Enna.
Inaugurazione, a inviti, venerdì 1° giugno, ore 18. Dall’indomani, 2 giugno, festa della Repubblica, apertura al pubblico. Presente l’autore, al taglio del nastro interverranno la Soprintendente ai Beni Culturali e Ambientali di Enna, Fulvia Caffo, il Presidente della Provincia Regionale di Enna Giuseppe Monaco, il Sindaco Paolo Garofalo, il Presidente dell’Ersu di Enna Angelo Moceri, e Vincenzo Castellana, referente in Sicilia dell’ADI, Associazione per il Disegno Industriale. Atteso anche il Vescovo di Piazza Armerina, Mons. Michele Pennisi.
Con la cura di Beppe Finessi, in mostra sono le 21 croci che il celebre designer – premiato col Compasso d’Oro nel 2001 e con opera esposta al MoMA di New York (il moscardino, posata multiuso e biodegradabile) – ha realizzato partendo dalla considerazione che il design contemporaneo non riguarda più solo la sfera materiale della nostra esistenza: oggetti che rispondano a criteri di estetica, praticità ed ergonomia per assolvere a compiti quotidiani. Ma rispondono anche a funzioni legate alla sfera emotiva, sentimentale e spirituale.
Così il segno della croce, simbolo primordiale comune a culture lontane nello spazio e nel tempo. Nord, sud, est, ovest; la rosa dei venti; il segno matematico dell’addizione o quello sul pane per farlo lievitare; i pilastri e le travi delle costruzioni, gli alberi e i loro rami, il corpo umano con le braccia aperte, la crocifissione di Gesù di Nazareth. La croce è archetipo, icona carica di significati che, per la sua estrema semplicità – la linea orizzontale che incontra quella verticale – ha ispirato da sempre l’ingegno di artisti e architetti. E oggi anche dei designer. Come spiega il curatore Finessi: “Una ricerca, quella di Iacchetti per la mostra Cruciale, che si spinge ancor più in là, intorno a un tema, la croce, simbolo e segno cristiano sul quale riflettiamo da duemila anni da lui immaginato in ventuno modi diversi: un’altra ennesima dimostrazione di come il progetto possa essere non solo una soluzione a necessità funzionali o a richieste commerciali, ma possa diventare un modo per parlare della propria maniera di vedere e di stare nelle “cose” del mondo, anche quelle che osserviamo spesso silenziosi, anche quelle che vediamo guardandoci dentro”.
Progettate, ritrovate, disvelate le ventuno croci di Iacchetti attraversano e ridisegnano materiali e funzioni: dall’argento al ferro battuto, dal vetro soffiato alla fibra di carbonio, dalla terracotta alla carta, dalla pista elettrica per macchinine fino a un materasso trapuntato, anche questo a croce, dove abbandonarsi sfiniti al sonno, a braccia aperte come i neonati, dopo le fatiche del giorno. Opere che Iacchetti ottiene per addizione o sottrazione di elementi. Oppure sperimentando, grazie alla tecnologia (alcuni sono appunto prototipi), alternative costruttive con i materiali prescelti.
Anche alla città di Enna, come già fatto per Milano e Roma, Giulio Iacchetti dedicherà una sua creazione originale. Si tratta della croce a forma di valigia: rigida, di cartone, con gli angoli rinforzati come quelle usate dagli emigrati che nei primi anni del Novecento abbandonarono l’Italia, la Sicilia per raggiungere il Nuovo Mondo, le Americhe. “L’ho voluta dedicare al viaggio, questa croce per Enna – spiega Iacchetti - per molte ragioni: la tappa nel sud Italia di questa mostra itinerante, l’omaggio alla memoria delle generazioni di siciliani, alla loro croce di emigrati, lontani per sempre dalla loro terra, e infine per la celebrazione della Madonna della Visitazione patrona di Enna che, incinta, si mise in viaggio per raggiungere la cugina Elisabetta”.
Durante il soggiorno in Sicilia, dove sarà impegnato con lo staff del suo studio nell’allestimento della mostra al Castello di Lombardia, Iacchetti incontrerà gli studenti di Ingegneria e Architettura dell’Università Kore di Enna (1 giugno, ore 10, Auditorium della Facoltà) per una lectio magistralis su “Pane e Design”.
La mostra “Cruciale. 21 Croci + 1” è realizzata con il patrocinio dell’Assessorato Regionale ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana - Soprintendenza BBCCAA di Enna, della Provincia Regionale, del Comune e dell’Ersu (Ente Regionale per il diritto alla Studio Universitario) di Enna e dell’ADI, Associazione per il Disegno Industriale (Delegazione Sicilia) e con il contributo del Sicilia Outlet Village.


Precedenti esposizioni
Milano, Museo Diocesano (15 aprile – 12 giugno 2011)
Mantova, Corraini Arte Contemporanea (13 luglio – 15 luglio 2011)
Roma, Chiesa di Santo Stefano Rotondo (29 febbraio – 28 marzo 2012)



Note sull’Autore
Giulio Iacchetti, nato nel 1966, si occupa di industrial design dal 1992. All’attività di progettista alterna l’insegnamento presso numerose università e scuole di design, in Italia e all’estero. Caratteri distintivi del suo fare sono la ricerca e la definizione di nuove tipologie oggettuali, come il Moscardino - posata multiuso biodegradabile per cui, nel 2001, si aggiudica, con Matteo Ragni, il Compasso d’Oro - entrata a far parte della collezione permanente del design al MoMA di New York.
Con l’ideazione e il coordinamento del progetto collettivo Eureka Coop, realizzato per Coop Italia, ha portato il design nella grande distribuzione organizzata e caratterizzato la nuova generazione del design italiano. Nel 2009 questo progetto gli è valso il Premio dei Premi per l’innovazione conferitogli dal Presidente della Repubblica Italiana. All’attività di progettista si aggiunge la direzione artistica per importanti marchi come IB rubinetterie, ceramica Globo e il Coccio design edition. Per Corraini Edizioni ha curato il libro Italianità, una raccolta di interventi relativi agli oggetti, ai simboli, agli odori, ai sapori e ai suoni che contribuiscono a formare la coscienza del popolo italiano. Nel maggio 2009 la Triennale di Milano ha ospitato una sua mostra personale intitolata “Giulio Iacchetti. Oggetti disobbedienti”.