Giulio Cassanelli – Respirare

Reggio emilia - 19/10/2012 : 04/11/2012

La Fondazione Palazzo Magnani continua - dopo il progetto Interni comunicanti presentato nel maggio 2012 - il nuovo progetto rivolto alle sperimentazioni e ai linguaggi della contemporaneità. Presenta il progetto RESPIRARE del giovane artista bolognese Giulio Cassanelli.

Informazioni

  • Luogo: PROJECT ROOM - SALETTA MAGNANI
  • Indirizzo: Corso Garibaldi, 31 - 42121 - Reggio emilia - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 19/10/2012 - al 04/11/2012
  • Vernissage: 19/10/2012 ore 18
  • Autori: Giulio Cassanelli
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: sabato e domenica 10-13 / 15.30-18.30 ogni sabato alle ore 16.30 performance dell'artista
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

La Fondazione Palazzo Magnani continua - dopo il progetto Interni comunicanti presentato nel maggio 2012 - il nuovo progetto rivolto alle sperimentazioni e ai linguaggi della contemporaneità.
Nello spazio espositivo denominato PROJECT ROOM di Corso Garibaldi 31 (accanto all'ingresso della sede espositiva di Palazzo Magnani) la Fondazione presenta dal 20 ottobre al 4 novembre 2012 il progetto RESPIRARE del giovane artista bolognese Giulio Cassanelli


L'evento rientra in un programma di eventi, piccole mostre e progetti incentrati sui nuovi media/ linguaggi e sulle espressioni artistiche di particolare interesse proposte da artisti principalmente giovani che la Fondazione Palazzo Magnani intende portare avanti accanto alle grandi esposizioni. Uno sguardo alla contemporaneità e alle produzioni che meritano di essere evidenziate e che sanno parlare la lingua dell'oggi.

Il giovane artista GIULIO CASSANELLI presenta, con una ventina di opere, gli esiti del suo progetto "Respirare" incentrato sulla potenzialità espressive delle bolle di sapone colorate. Queste forme passeggere e delicatissime che l’artista cattura in volo su tipologie di carte differenti, sono come lui stesso ci dice “un respiro, un’istantanea pittorica, la traccia di un volo e di un gesto ideale, un cerchio disegnato dall’effimero reso manifesto, un pianeta, una cellula, una genesi pura nata dalla necessità di esprimermi cercando di unire il caso e l’autodeterminazione, di fermare un qualcosa d’imprendibile e d’irripetibile come può essere l’ attimo”.
Cassanelli ha partecipato, con grande riscontro di pubblico, al recente happening Follow Fluxus promosso dalla Fondazione lo scorso 15 settembre e ora presenta in modo più articolato le sue recenti ricerche artistiche.

L'artista ogni sabato pomeriggio a partire dalle 16.30 per il periodo della esposizione, darà vita a una performance tesa a liberare l'artisticità delle bolle di sapone, coinvolgendo i visitatori e anche i bambini.