Giuliano Della Casa

Reggio Emilia - 02/12/2011 : 30/04/2012

Una ventina di opere ad acquerello su carta, oltre ad una selezione di incisioni all'acquatinta realizzate dagli anni Novanta ad oggi.

Informazioni

  • Luogo: BFMR & PARTNERS - DOTTORI COMMERCIALISTI
  • Indirizzo: Piazza Antonio Vallisneri 4 - Reggio Emilia - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 02/12/2011 - al 30/04/2012
  • Vernissage: 02/12/2011 ore 19
  • Autori: Giuliano Della Casa
  • Generi: personale, disegno e grafica
  • Orari: da lunedì a venerdì 10.00-12.00 e 16.00-18.00.
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Un impegno per l’arte e la cultura che lo studio professionale di Piazza Vallisneri porta avanti da anni e che è stato recentemente premiato nell’ambito del convegno “Arte e cultura per creare sviluppo. Una funzione del dottore commercialista. Beni artistici & opportunità di business”, organizzato da ADC (Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili, Sindacato Nazionale Unitario) e dall'Ordine dei Commercialisti di Torino



In mostra, una ventina di opere ad acquerello su carta, tecnica elettiva per l’artista, che richiede grande rapidità di esecuzione e non consente correzioni successive, oltre ad una selezione di incisioni all’acquatinta, tutte realizzate dagli anni Novanta ad oggi.
Come si legge nella presentazione del curatore Sandro Parmiggiani, “I volti e i corpi, gli oggetti, le piante e i fiori, gli animali che Della Casa raffigura diventano immagini di favola, in cui s’accendono bagliori che si estenuano, fino a perdersi dentro il colore della carta; parole, lettere dell’alfabeto, numeri, tracciati con una calligrafia elegante, diventano nella sua opera un fatto assolutamente pittorico. Tutte le immagini dell’artista sono espressioni di un immaginario fervido, di una fantasia che sa piegare le forme e i colori alla resa di un mondo incantato, abitato dal sogno e da una febbre visionaria”.

Giuliano Della Casa nasce a Modena nel 1942. Frequenta l'Istituto d'Arte Venturi e si diploma all'Accademia di Belle Arti di Bologna. Per la sua formazione è fondamentale l'incontro con Adriano Spatola e i maggiori poeti e scrittori italiani e stranieri, per i quali illustra volumi e copertine, come “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” di Pellegrino Artusi (Einaudi, 2001) e “Gargantua e Pantagruel” di François Rabelais (Einaudi, 2005). Dopo la prima mostra, presentata nel 1966 presso il Palazzo dei Musei a Modena, prende parte a numerose esposizioni, tra le quali si ricordano la partecipazione alla XXXVI Biennale di Venezia (1972) e le personali allestite presso prestigiosi istituti culturali europei e statunitensi, come Louver Gallery (Los Angeles, 1982), Bryn Mawr College (Philadelphia, 1982), New York University (New York, 1982), Istituto Italiano di Cultura (Toronto, 2000), Istituto Italiano di Cultura (Chicago, 2001), Istituto Italiano di Cultura (Oslo, 2003) ed Otis College of Art and Design (Los Angeles, 2010). Alcune sue opere sono state acquisite dal Paul Getty Museum di Malibu. Vive e lavora tra Modena e Los Angeles.