Giulia Gazza – A/ppunti

Locorotondo - 04/07/2014 : 14/07/2014

Il suo lavoro artistico nasce dallo studio del pensiero filosofico di Levinas. Il rapporto interscambiabile tra l'io e l'altro diventa oggetto di riflessione artistica, incentrando così la ricerca personale di Giulia Gazza.

Informazioni

Comunicato stampa

presso il g-lan di Locorotondo (Ba), via Giannone, 4, inaugurazione della personale di Giulia Gazza "A/ppunti" nell’ambito per progetto di rete tra Laboratori Urbani e Spazi Pubblici della Regione Puglia, ThULab | Spazio per le Arti Visive.

Il suo lavoro artistico nasce dallo studio del pensiero filosofico di Levinas. Il rapporto interscambiabile tra l'io e l'altro diventa oggetto di riflessione artistica, incentrando così la ricerca personale di Giulia Gazza. Il risultato si mostra attento alla relazione tra gli individui, attraverso l’operazione creativa basata sulla presenza del punto (anziché il segno), come individuo primario e caratteristica predominante dell'opera

È proprio il fatto che nessun punto prevalga sull'altro, e che tutti i punti siano disposti equidistanti e muniti della stessa valenza percettiva sul piano, ad essere lo specchio della filosofia di Levinas nella quale l'artista stessa si rispecchia trovando il senso del proprio fare artistico.

L'evento espositivo, a ingresso libero, sarà visitabile fino al 14 luglio, tutti i giorni dalle 19:00 alle 21:00.


Dal 26 aprile 2014 ThULab è in tour con un fittissimo calendario per presentare un gruppo di artisti a cura di Z.N.S. con note critiche di due giovani pugliesi per la sezione “Giovani Curatici”: Daniela Confetti e Sandra Vavalle con la collaborazione dello staff ThULab.

Dall'arte digitale alla pittura, dalla video arte alla poesia visiva; materiali di riciclo, ritratti a tutto tondo, installazioni e Street Art.



- 39 e + artisti a confronto.

- Differenti modalità espressive e comunicative.



CHI SONO

Dorotea Pace; Ever Trip; Luisa Valenzano; Paolo Potì; Massimo Spada; Francesco Romanelli; Giulia Gazza; Roberto Eduardo Maria Mazzarago; Massimo Pasca; GianLeonardo Conoci; Tiziana Blanco; Hermes Mangialardo; Vincenzo Maraglino; Joe Pansa; Stefano Cosi; Sara LaGioia; Daniela Lupoli; Michelle Consalvo; Amatore Ditullio; Fidelia Clemente; Federico Cozzucoli e gli artisti coinvolti nel suo progetto mostra/opera d’arte collettiva “Saint Chapelle” II ed.; gli artisti per la Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea “What you see is what you get”



ThULab - Spazio per le Arti Visive è un progetto di rete tra Laboratori Urbani e Spazi pubblici di cui fa parte anche SUM/Km97. Ha come principale obiettivo la valorizzazione dell'arte in tutte le sue svariate espressioni, l'incontro e il dialogo tra l'artista e il fruitore, i collezionisti e addetti ai lavori. Propone una nuova formula di autogestione in cui l'artista diventa promotore e realizzatore dei suoi progetti in collaborazione con altre figure professionali vicine al mondo dell'arte. A tale scopo mette a disposizione la professionalità dei suoi componenti e i suoi spazi espositivi. E’ il primo passo verso la RETE PER LE ARTI VISIVE IN PUGLIA, una kermesse che dialoga con il territorio, offre spazi espositivi, la possibilità di circuitare, si offre come richiamo e ripetitore della creatività pugliese.



ThULab – Spazio per le Arti Visive è anche partecipazione attiva. Un modo per incontrare l’arte, dialogare con chi plasma con le proprie mani colori, video, materiali di riciclo e concetti restituendo le immagini della società che ci circonda e che viviamo, aspetti del quotidiano, riflessioni filosofico concettuali,... emozioni. E’ scambio, interesse, cultura, crescita, condivisione.

Partecipa anche tu! Scrivi a [email protected] e diventa “Spettatore Attivo” e “Adotta un artista”.



Per seguire tutti gli eventi:
http://thulab-spazioartivisive.jimdo.com/blog/
https://www.facebook.com/events/313031755516006/?fref=ts