Giorgia Chistè – Cosa guardi mentre io ti guardo?

Venezia - 06/03/2013 : 07/04/2013

Blare Out presenta una selezione delle fotografie di Giorgia Chistè, che giocano sul tema dell'inconsapevolezza. La fotografia dell’artista è un dispositivo che rivela il volto nascosto degli individui.

Informazioni

Comunicato stampa

Blare Out presenta una selezione delle fotografie di Giorgia Chistè, che giocano sul tema dell'inconsapevolezza. La fotografia dell’artista è un dispositivo che rivela il volto nascosto degli individui. I soggetti degli scatti, inconsapevoli di essere scrutati dall'obiettivo, svestono la propria maschera sociale lasciando trasparire quella verità e autenticità che spesso mancano nel soggetto cosciente di essere guardato


Il potenziale di denudamento del mezzo fotografico, a sua volta, si moltiplica attraverso lo sguardo di chi è osservato: cosa guarda a sua volta? Da quale punto di vista osserva il mondo? Quale altro oggetto o soggetto inconsapevole sta "inquadrando"?
Il giorno 6 marzo, in occasione dell’inaugurazione di "Cosa guardi mentre io ti guardo? Gente in mostra", le improvvisazioni jazz dei musicisti Jacopo Giacomoni e Alberto Collodel animeranno l'esposizione.

Breve biografia dell’artista:
Giorgia Chistè nasce a Riva del Garda, in provincia di Trento, nel 1987. Si trasferisce a Venezia nel 2006 per frequentare il corso di laurea in Storia contemporanea. Ed è proprio questa città che trasmette a Giorgia la passione della fotografia. Nel 2011 riceve un premio speciale dalla critica per il "Contest Cartiere del Garda" e nel 2012 partecipa al Festival delle arti della Giudecca (entrambe a cura dell'artista stessa).
Blare Out: associazione nata a Venezia nel 2012, si occupa di cultura contemporanea nei campi dell’informazione (come rivista web e cartacea), dell’organizzazione e produzione culturale e della curatela