Gianluca Di Pasquale

Zuoz - 26/02/2022 : 16/04/2022

L’artista italiano è conosciuto per i suoi paesaggi rarefatti e immacolati, nei quali le figure sono dipinte con pennellate precise all'interno di un ampio spazio bianco, che di volta in volta diventa montagna, mare, piazza o strada.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA MONICA DE CARDENAS
  • Indirizzo: Via Maistra 41 CH-7524 Zuoz - St. Moritz - Zuoz
  • Quando: dal 26/02/2022 - al 16/04/2022
  • Vernissage: 26/02/2022 ore 16
  • Autori: Gianluca Di Pasquale
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Tuesday - Saturday 3 - 7 pm and by appointment

Comunicato stampa

Siamo lieti di annunciare una mostra di nuove opere di Gianluca Di Pasquale.

L’artista italiano è conosciuto per i suoi paesaggi rarefatti e immacolati, nei quali le figure sono dipinte con pennellate precise all'interno di un ampio spazio bianco, che di volta in volta diventa montagna, mare, piazza o strada. Gli scenari sono quelli del nostro tempo libero: le piste da sci, i sentieri, le grandi piazze, i parchi; luoghi d'incontro e mediazione tra natura e civiltà, dove le persone si raggruppano creando ritmi e costellazioni dettate dalle forme del paesaggio

La tela bianca si trasforma nello scenario dove orbitano i personaggi che, colti nei loro gesti quotidiani, sembrano intenti in una sorta di soliloquio cosmico e al contempo sono essi stessi a delinearne lo spazio.

Nel grande dipinto Le ultime foglie, creato con un’infinità di pennellate minuscole e leggere, figurazione e astrazione si fondono in un unico grande scenario musicale: un luogo magico e onirico, dove l’uomo immerso nella natura riprende contatto con la parte più solitaria e intima di sé stesso. Queste opere ci invitano a fermarci e riflettere, costituiscono un momento di sospensione dal caos e dalla frenesia del quotidiano.

In alcuni lavori è la figura femminile ad essere protagonista della tela. Talvolta le donne sono rappresentate di schiena, impedendo allo spettatore di indovinarne l'identità. Gli indumenti che indossano hanno motivi floreali o geometrici e più ci addentriamo con lo sguardo in questi intricati disegni, più ci troviamo immersi in uno sconosciuto ed astratto paesaggio pittorico. Talvolta, come in Rianne, il bianco immacolato torna ad essere elemento caratterizzante della composizione, pronto a raccogliere il corpo femminile e gli elementi vegetali in uno spazio assoluto e delicato.

In mostra anche due inediti ritratti di nuotatrici, ispirati da immagini degli anni Cinquanta. All’artista ricordano statue classiche, donne sorridenti e colorate di un'età dell'oro che non c'è più, così vicina e così lontana, quasi come quella classica.

Gianluca Di Pasquale (Roma, 1971) ha studiato pittura all'Accademia di Roma e frequentato per un anno l'Accademia di Belle Arti di Granada in Spagna. Inizia la sua attività espositiva nel 1999 con la mostra In-out alla Tatra Gallery, Bratislava. Da allora seguono numerose partecipazioni a personali e collettive.