Gian Maria Tosatti – Sette Stagioni dello Spirito

Napoli - 16/12/2016 : 17/04/2017

La mostra finale restituisce la memoria di questa esperienza collettiva e, al contempo, ricostruisce il percorso “dietro le quinte”, permettendo al pubblico di ripercorrerlo nella sua articolazione complessiva e raccontandone la dimensione intima spingendosi sino alle soglie dello studio dell’artista.

Informazioni

  • Luogo: MADRE - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DONNAREGINA
  • Indirizzo: Via Settembrini 79, 80139 - Napoli - Campania
  • Quando: dal 16/12/2016 - al 17/04/2017
  • Vernissage: 16/12/2016 ore 19
  • Autori: Gian Maria Tosatti
  • Curatori: Eugenio Viola
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Lunedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato: 10.00 — 19.30 Domenica: 10.00 — 20.00 La biglietteria chiude un'ora prima Chiuso il Martedì
  • Biglietti: Intero: € 7.00 Ridotto: € 3.50 Ridotto gruppi prenotati: € 4.00 Gratuito il lunedì Gratuito dal 1 al 31 agosto Il museo rientra nel circuito CampaniaArtecard
  • Uffici stampa: ELECTA
  • Editori: ELECTA

Comunicato stampa

Dal 2013 al 2016 l’intera città di Napoli è stata coinvolta in un imponente progetto pluriennale Sette Stagioni dello Spirito di Gian Maria Tosatti (Roma, 1980). Nella sua ideazione e realizzazione del progetto, l’artista ha ripercorso la traccia de Il Castello Interiore (1577), il libro in cui Santa Teresa d’Avila suddivide l’animo umano in sette stanze, trasfigurate da Tosatti in altrettante, monumentali installazioni ambientali

Un’opera in formazione progressiva, dalla polisemia e dagli esiti complessi, tesa a ridefinire il rapporto fra arte e comunità e concepita come un unico grande romanzo urbano, visivo e performativo, che, esplorando la città e la dimensione comunitaria del vivere civile, sonda l’animo umano teso fra i limiti antitetici ma complementari del bene e del male.
La mostra finale restituisce la memoria di questa esperienza collettiva e, al contempo, ricostruisce il percorso “dietro le quinte”, permettendo al pubblico di ripercorrerlo nella sua articolazione complessiva e raccontandone la dimensione intima spingendosi sino alle soglie dello studio dell’artista per raccogliere e testimoniare il sovrapporsi delle decisioni e dei cambiamenti, i disegni progettuali, gli schizzi preparatori, i documenti e i resti di un’officina creativa esposta come il diario, pieno di appunti e di cancellature, immaginato per e rivolto alla “città e i suoi abitanti”.
Sette Stagioni dello Spirito sarà ospitata in due aree del museo MADRE: presso la Project room al piano terra e in sette sale al secondo piano del museo.
Nella Project room saranno esposti il pavimento dello studio dell'artista durante la sua permanenza a Napoli e il suo diario e sarà proiettato un lungometraggio che racconta il processo imponente di realizzazione di quest’opera. Il percorso al secondo piano, invece, è concepito come una sequenza di sette “camere mentali” che declinano i sette temi delle Sette Stagioni dello Spirito: inconsapevolezza, inerzia, errore, salvezza, ascensione, pratica del bene e destino.
Il progetto originario è stato promosso e organizzato dalla Fondazione Morra con il sostegno della Galleria Lia Rumma, in collaborazione con vari enti istituzionali e, per ogni sua tappa, con il MATRONATO della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee.

Le sette stagioni dello spirito di Gian Maria Tosatti rivivono in...

Il film è un resoconto dell’esperienza che l’artista romano, classe 1980, ha costruito a Napoli dal 2013 ad oggi. Al Museo Madre è in corso fino al 20 marzo la mostra riassuntiva del progetto.