Gabi Minedi – 9430 Clandestina

Milano - 15/11/2012 : 15/12/2012

L'artista fa la spesa e si riduce a persona speciale. Apre il lucchetto, getta la chiave, divora finestre di un mondo anormale, dentro le scarpe ha sacchi di ghisa, pesanti i suoi passi come una stufa, ruba castagne, disegna e tossisce, perde i suoi occhi per cose già viste.

Informazioni

  • Luogo: CINC
  • Indirizzo: Via Formentini 5 Brera - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 15/11/2012 - al 15/12/2012
  • Vernissage: 15/11/2012
  • Autori: Gabi Minedi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: lunedì ore 12.00-01.00, martedì-sabato ore 09.00-01.00, domenica ore 11.00-21.00
  • Email: gabiminedi@gmail.com

Comunicato stampa

9430 Clandestina - Milano 2012
L'artista fa la spesa e si riduce a persona speciale

Apre il lucchetto, getta la chiave, divora finestre di un mondo anormale, dentro le scarpe ha sacchi di ghisa, pesanti i suoi passi come una stufa, ruba castagne, disegna e tossisce, perde i suoi occhi per cose già viste, confonde la notte appoggiata a un balcone, si perde in bordelli puttane e rapine, gira per fogne, non cambia ma varia, del vivere sempre accampato per aria è lui che decide la vita o la morte con preti in calore e dentro a una botte fanno il bagno nel vino più rosso, cantano pranzi ma mangiano l'osso.
Patrizio Maria.

A Sant'Ambrogio Minedi fugge a Milano! Artista 'INDIE' Underground e 'Clandestina' con il giusto tic-tac della bomba che sta per esplodere a momenti ed imbrattare di colore magnifico e deciso questo mondo palazzo abitato da uomini grigi e carnivori. Not a storm in a cup of tea! É stato condannato all'ergastolo... vent'anni, tra evasioni e catture, per aver rubato un pezzo di pane. Non ha più un nome, é diventato un numero, il 9430. Ha perso fiducia nella vita, nella società e in se stesso, perché se hai un animo onesto, la galera ti convince del contrario; é in questo luogo di solitudine e rassegnazione che perdi te stesso, la strada maestra e diventi un miserabile agli occhi del mondo. Per tutti peró c'é un'altra occasione, un'opportunità.