Fulvia Mendini – Dipinti contemporanei in scena aperta

Firenze - 08/05/2014 : 10/06/2014

Il persorso espositivo delle opere selezionate, dipinti su tela legno e carta, arazzi ricamati e sculture oggetto, propone l'accostamento tra questi ritratti di persone e ritratti dalla “natura viva” di Fulvia Mendini, alle nature morte ed ai ritratti della storica collezione Frascione, rivelando un temporaneo paesaggio con figure “...estremo, nell'abbinamento dell'immagine contemporanea alle composizioni antiche”.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA FRASCIONE ARTE
  • Indirizzo: Via Maggio 5 - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 08/05/2014 - al 10/06/2014
  • Vernissage: 08/05/2014 ore 18,30
  • Autori: Fulvia Mendini
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Orario 10-13/16-19

Comunicato stampa

Giovedì 8 maggio 2014, alle ore 18.30, negli spazi della Galleria Frascione Arte presso il Palazzo Ricasoli-Firidolfi in via Maggio 5, sarà inaugurata la mostra FULVIA MENDINI: dipinti contemporanei in scena aperta un progetto di Michele Bellamy Postiglione, che anche quest'anno si realizza grazie alla collaborazione tra ROBERTA LIETTI ARTE CONTEMPORANEA e FRASCIONE ARTE.
La mostra sarà aperta al pubblico fino al 10 giugno



Il persorso espositivo delle opere selezionate, dipinti su tela legno e carta, arazzi ricamati e sculture oggetto, propone l'accostamento tra questi ritratti di persone e ritratti dalla “natura viva” di Fulvia Mendini, alle nature morte ed ai ritratti della storica collezione Frascione, rivelando un temporaneo paesaggio con figure “...estremo, nell'abbinamento dell'immagine contemporanea alle composizioni antiche”.
FULVIA MENDINI: dipinti contemporanei in scena aperta è una mostra a cura di Michele Bellamy Postiglione, in cui l'artista assicura con la plurale nitidezza dei suoi mondi immaginifici (“sono dei piccoli mondi che poi si moltiplicano”) il contemporaneo piacere dell'armonia e del contrasto, ma anche una certa sospensione che, come nel caso dei ritratti di madonne, si dichiara esplicitamente come personalissima e profonda declinazione di una “...dimensione un po' fuori dal tempo”.

All'incontro con la ricerca di FULVIA MENDINI è dedicata l'inedita “conversazione con l'artista” proposta in VIDEO a cura di Marina Vergiani e realizzata - produzione FILMIKA, Torino - nello studio di Milano dove l’artista lavora. La proiezione video affianca la mostra introducendo il pubblico al racconto di un eloquente profilo biografico, al sentimento di una complessa pratica artistica contemporanea.
Madonna dei Tulipani e Madonna della conchiglia, mandala “Very Spring” e mexican dream, baby alien e blu Tangerine, la mano di Buddha, alcuni dei titoli in mostra che ben raccontano la visione di quel giardino poetico.

FULVIA MENDINI: dipinti contemporanei in scena aperta è il secondo appuntamento proposto a Firenze nell'ambito del progetto “Tempo al Tempo”, iniziativa curatoriale di Michele Bellamy Postiglione con Marina Vergiani per l'ideazione di progetti dove il 'Tempo' è il filo tematico che si rigenera nel contatto visivo con dipinti, scatti, riprese, installazioni, ad opera di artigiani della memoria contemporanea. Momenti espositivi che – nel caso delle mostre nello spazio di Frascione Arte - muovono “a ritroso” in un patrimonio vivo di documenti sull'attualità della pittura. Una prospettiva culturale di cui si fanno interpreti e riferimento quegli artisti abili nel presente a sondare l'antica invenzione di mescere la polvere all'idea.

Le frasi in corsivo sono tratte dalla conversazione con Fulvia Mendini.


FULVIA MENDINI nasce a Milano nel 1966 dove vive e lavora.
Dopo gli studi di illustrazione e grafica all 'Istituto Europeo di Design, ha lavorato nell'Atelier Mendini, collaborando con varie aziende (Alessi, Abet Laminati, Bardelli, Bisazza, Philips, Sikkens, Swatch, Venini). In seguito inizia una ricerca pittorica e decorativa personale, approfondendo in particolare il mondo della natura e del ritratto. Il suo è un universo pittorico in cui si rintracciano molteplici influenze, dall’arte classica a quella contemporanea, dalla moda al design fino alla miniatura indiana, il tutto sapientemente mescolato in uno stile colto e raffinato, attraverso una tecnica minuziosa, dipinta in punta di pennello e con un’attenzione particolare per gli equilibri cromatici e i particolari decorativi.
Ha esposto le sue opere al Grand Palais di Parigi; all’Expo International di Taejon in Corea; alla Triennale di Milano e alle gallerie: Luis Adelantado a Valencia, Antonio Colombo Arte Contemporanea a Milano, San Salvatore a Modena, Delle Battaglie di Brescia, Angel Art Milano, Spazioinmostra a Milano, allo spazio Etro di Milano, alla Byblos Art Gallery di Verona, Roberta Lietti Arte Contemporanea a Como e Galleria Armory Arte a Perugia. Nel 2009 partecipa alla Biennale di Praga.
Hanno scritto sul suo lavoro: Chiara Canali, Lorenzo Canova, Mauro Corradini, Raffaella Guidobono, Fulvio Irace, Norma Mangione, Loredana Parmesani, Ivan Quaroni, Alessandro Riva.
Ha realizzato delle ceramiche a Vietri, per Yoox ha disegnato una collezione di borse e disegna gioielli.
E' presente nella collezione permanente al Byblos Art Hotel di Verona con alcuni dipinti e sue opere musive sono installate nelle stazioni della nuova metropolitana di Napoli.


La GALLERIA Roberta Lietti Arte Contemporanea nasce a Como nel 1990 e segue fin dagli esordi l’arte contemporanea e le avanguardie italiane ed internazionali.
Inoltre l’attenzione della galleria è rivolta all’approfondimento dell’integrazione delle arti: architettura, design, arti visive con particolare interesse per le esperienze storiche del ‘900 comasche (razionalismo con Terragni, Cattaneo, Rho, Radice, Galli, Badiali), e successivamente con le esperienze interdisciplinari di Ico Parisi e Bruno Munari. A queste tematiche va aggiunto il particolare interesse per le nuove esperienze artistiche italiane ed internazionali sia nell’ambito della ricerca pittorica sia nel design sia nella fotografia.
www.robertalietti.com


La GALLERIA Frascione Arte, inaugurata a Firenze nel 2009 con la mostra "Le visioni di un collezionista" dedicata a Vittorio Frascione, si afferma come una delle più qualificate presenze nel settore dell'antiquariato.
Nei primi quattro anni di attività nel mercato dell'arte antica, attraverso esposizioni di dipinti dei più grandi maestri della storia dell'arte italiana ed europea, la Galleria Frascione ha favorito importanti acquisizioni al patrimonio di beni artistici italiani di prestigiose istituzioni, quali la Pinacoteca di Brera a Milano ed il museo Villa Giunigi a Lucca.
L'esperienza del collezionismo d'arte sviluppata dalla famiglia nell'arco di quattro generazioni, dalla fine del XIX secolo, trova la sua continuità attraverso l'impegno il talento e la passione degli eredi, i fratelli Federico e Sasha Gandolfi Vannini.
www.frascionearte.com


MICHELE BELLAMY POSTIGLIONE esperto di events management e comunicazione, è ideatore e presidente dell'Associazione culturale spazio.aperto.artecontemporanea (Firenze, Napoli, Lipari), nella quale ha fatto confluire la lunga e premiata esperienza di direttore della fotografia per VIDEO sui linguaggi della contemporaneità artistica (anni '80/'90). Attualmente la linea guida del progetto associativo e curatoriale che MBP conduce, in collaborazione con Marina Vergiani, è rivolta alla creazione di network indipendenti per la promozione di giovani artisti italiani.

MARINA VERGIANI architetto pianificatore, filmaker, esperto e docente di valorizzazione audiovisiva dei beni culturali, dal 1984 è autrice di video, documenti e progetti multimediali, segnalati con premi partecipazioni e riconoscimenti internazionali. Con le opere realizzate ha costituito un originale e cospicuo ARCHIVIO Video su Napoli. Ha diretto il PAN|Palazzo delle Arti Napoli (2005/2011).
Dal 2013 ha fondato e presiede l'Associazione culturale di promozione sociale LMG la memoria gassosa, piattaforma di progetti interdisciplinari, laboratorio aperto e permanente di riflessione sull'immagine documentativa ed il recupero della memoria attraverso le arti.
www.lamemoriagassosa.it,