Franco Sortini – Un luogo neutro

Baronissi - 18/07/2015 : 30/08/2015

Trentacinque opere, tra queste sei di grandi dimensioni, narrano di un viaggio, iniziato anni fa, tra le grandi e piccole città dell’Europa, da Berlino a Siviglia, da Amsterdam a Matera, Roma, Napoli, Siena, Capua.

Informazioni

  • Luogo: FRAC - CONVENTO FRANCESCANO DELLA SANTISSIMA TRINITÀ
  • Indirizzo: Via Convento - Baronissi - Campania
  • Quando: dal 18/07/2015 - al 30/08/2015
  • Vernissage: 18/07/2015
  • Autori: Franco Sortini
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal lunedì al giovedì ore 9.00/12.30 ; lunedì e giovedì anche ore 16.00/18.30; venerdì e sabato: ore 10.00/13.00; 17.00/20.00; domenica e festivi: ore 17.30/22.30

Comunicato stampa

Sabato 18 luglio, alle ore 19:00 sarà inaugurata la personale del fotografo Franco Sortini, dal titolo Un luogo neutro. Trenta cinque opere, tra queste sei di grandi dimensioni, narrano di un viaggio, iniziato anni fa, tra le grandi e piccole città dell’Europa, da Berlino a Siviglia, da Amsterdam a Matera, Roma, Napoli, Siena, Capua. Un viaggio che l’obbiettivo fotografico trasforma in lettura del paesaggio ovvero, osserva Franco Fontana “il paesaggio come risultato della sottile alchimia che unisce la visione dell’ambiente naturale alla cultura, alle emozioni e alle sensazioni interiori del fotografo creativo”


Con la mostra dell’artista Sortini, rileva Gianfrando Valiante, sindaco di Baronissi, il nostro Museo-Frac conferma la sua capacità di farsi un luogo di molteplici linguaggi creativi, di riflessione sulla città, sul suo divenire, sulle prospettive di un’effettiva unità europea. La fotografia diviene uno strumento di lettura e al tempo stesso un momento di apertura didattica a guardare ciò che chiamiamo realtà”.
“Lo ‘sguardo’ di Sortini, che tiene stampata nel suo registro mentale l’immagine della città ideale, si spinge - rileva Massimo Bignardi - oltre l’osservazione dell’avvolgente realtà, del suo monotono tempo scandito dal susseguirsi dei piani compositivi dell’urbs contemporanea, orientando lo sguardo verso un’immagine che conserva, vivo, il valore della narrazione. È un’immagine, dunque, proiettata a recuperare, direbbe Hillman, ‘il luogo dallo spazio uniforme’, aggiungendo, di volta in volta alla realtà percettiva di esso, l’accorata partecipazione dei sensi, nutriti dall’aria, dall’acqua, insomma dagli elementi naturali che cifrano unicamente quel luogo”.
In occasione dell’inaugurazione, alle ore 19:00 nel Salone delle Conferenze, Emanuela Migliore, assessore alla cultura, Massimo Bignardi e Cristina Tafuri, presenteranno il volume Franco Sortini. Un luogo neutro /A neutral place, (Punto Marte Edizioni, 2015) con testi di Franco Fontana, Massimo Bignardi, Carlo Gallerati, Valentina Isceri, Cristina Tafuri.

Programma eventi collaterali, a cura di Fonderie Culturali:
- 25 luglio ore 10.30: “FotoFRaC. Una mattina da fotografo”, laboratorio didattico per bambini, età 4-12 anni.
Ingresso gratuito.
- 8 agosto ore 19.00: “Mi spieghi l’arte contemporanea?”, incontro con l’artista Franco Sortini, presso la pizzeria “Antica Volta” di Baronissi.
Ingresso gratuito, a seguire visita al FRaC.

La mostra resterà aperta fino a domenica 30 agosto




FRANCO SORTINI Nato nel 1958 si è interessato di grafica e pittura da giovanissimo, per poi dedicarsi alla fotografia. Agli inizi degli anni Ottanta, non contento della fotografia in bianco e nero, che non riusciva ad esprimere completamente la sua creatività, sotto la guida di Franco Fontana passa alla fotografia a colori.
Dal 1982 ha prodotto numerosi lavori fotografici. Le ricerche sulla figura e il movimento hanno portato al primo importante “Frammenti di Memoria” curata da Denis Curti.“Frammenti di memoria” è stato presentato nel 1990 ad Arles, ed esposto in numerose gallerie ed eventi. Nel 1995, con i lavori degli amici Fulvio de Pellegrin e Adriano Eccel, “Frammenti di memoria” viene esposto in Spagna nella rassegna itinerante “Molteplice”, ricevendo un ampio consenso. La nota rivista spagnola “La Fotografia Actual” gli dedica un redazionale. Alcune immagini sono selezionate da Jean Claude Lemagny per la collezione della Biblioteca Nazionale di Parigi. Negli anni a seguire modifica la sua visione interessandosi principalmente al paesaggio urbano. La sua ricerca si incentra principalmente sulla città vuota, inseguendo il concetto della “città ideale”, un luogo dove poter trovare ordine nel caos.
Contemporaneamente alla fotografia creativa sviluppa la fotografia commerciale, e nel 1986 apre uno studio di fotografia industriale, collaborando con agenzie di pubblicità e comunicazione, ed offrendo i propri servizi alla clientela corporate.
Tra le recenti mostre si segnalano: 2015- Blank wall gallery, Atene; Palazzo Pantaleo, Taranto; Castello Aragonese, Agropoli; Image academy, Brescia; Galleria l’impronta culture fotografiche, Cosenza. 2014 - Palazzo Gravina Facoltà di architettura, Napoli; Photissima art fair, Torino; Fusion art gallery, Torino; Galleria Gallerati, Roma; Complesso monumentale dei Dioscuri al Quirinale, Roma; Castello Angioino Aragonese, Agropoli; Mudi Museo Diocesano, Taranto; Gallerie civiche di Palazzo Ducale, Pavullo nel Frignano; Università di Siena, Palazzo san Galgano, Siena. 2013 - Pinacoteca provinciale di Salerno; Photissima art fair e festival, Torino; 2013 Cafè aroma photogalerie, Berlino. Trevignano, Trevignano fotografia 2012. 2011- Fotografia europea 2011, Reggio Emilia. 2008- Polair, New York. 2007 - Maison d’italie, Parigi.
Le sue fotografie sono state esposte in moltissime mostre, e pubblicate da note riviste del settore, e sono presenti in importanti collezioni private e pubbliche, tra le quali quelle della Bibliotheque Nationale de Paris, dell’Archivio AFOCO di Cordoba, della Galleria Civica di Modena, del Dipartimento di Storia dell’Arte Contemporanea dell’Università di Siena, del Museo dello Sbarco di Salerno.
Fotografo professionista dal 1986, dal 1990 è membro effettivo dell’Associazione Nazionale Fotografi Professionisti. Attualmente vive e lavora a Salerno. www.francosortini.eu [email protected]


Ufficio stampa: Caterina La Bella
Promozione, eventi, visite guidate e attività didattiche: