Francesco Polenghi

Livorno - 08/10/2011 : 10/11/2011

In mostra a Livorno circa 20 grandi opere (tele da 100x100 a 200x200 cm) della serie di quadri che l'artista ha realizzato in questi ultimi venti anni.

Informazioni

Comunicato stampa

FRANCESCO POLENGHI

è nato nel 1936 a Milano dove vive e lavora.

Nel 1955 si era trasferito a New York dove ha

soggiornato fino al 1966. Ritorna a Milano ma, dopo

un breve viaggio in India, nel 1977, decide dal 1981 di

stabilirsi in India, dove resterà fino al 1988. Ora è tornato

a Milano dove lavora appartatato nel suo studio sui Navigli.

In mostra a Livorno circa 20 grandi opere (tele da

100x100 a 200x200 cm) della serie di quadri che l'artista

ha realizzato in questi ultimi venti anni

Quadri dall'impianto

monocromatico in cui, ogni volta, un unico brillante colore

viene steso sulla tela seguendo movimenti sinuosi, "vermicolari",

fino a ricoprire l'intera superficie della tela. In questo percorso

di stesura vengono deliberatamente lasciati liberi solo sottili

spiragli da cui traspare il bianco nitido del colore sottostante.

Nei suoi quadri c'è un calibrato equilibrio tra la monocromia

compatta del colore dominante e le sottili presenze "flessuose"

della luce determinata dal bianco che affiora. A un primo sguardo

i quadri di Polenghi ricordano i tessuti "Mantra" indiani e come

questi, da essi scaturisce una pittura che induce lo spettatore alla

meditazione.

In occasione della vernice della mostra sarà presentata al pubblico

la Monografia, appena edita da SKIRA a cura di Demetrio Paparoni,

David Carrier e Barry Schwabsky.