Francesco Jodice – Citytellers

Venezia - 20/11/2012 : 20/11/2012

Le prime tre pellicole di Francesco Jodice fra storie, casi-studio e filmati sugli scenari urbani delle grandi città. Il progetto viene presentato a Venezia in collaborazione con Circuito Cinema, l’Università Ca’ Foscari nell’ambito dell’iniziativa Making Arts Project e Galleria Michela Rizzo.

Informazioni

Comunicato stampa

VENEZIA - Laboratorio sul futuro delle città e le città del futuro. Indagine
urbanistica, antropologica, sociale: fra storie, casi-studio e filmati che
mescolano fatti documentati e stile narrativo di taglio cinematografico,
sbarcano al Giorgione Movie d'Essai – martedì 20 novembre alle ore
18:00 – le prime tre opere di Citytellers con la serie di film Sao
Paulo_Citytellers (2006), Aral_Citytellers (2008), Dubai_Citytellers (2010)


Il progetto, frutto della ricerca site-specific realizzata da un network di
artisti, antropologi, sociologi, urbanisti e film-maker, è stato ideato da
Francesco Jodice e a Venezia verrà presentato in collaborazione con
Circuito Cinema, l’Università Ca’ Foscari Venezia nell’ambito di Making
Arts e Galleria Michela Rizzo, dove si tiene in questo momento la
personale dell'artista (fino al 30 novembre).
Per il vernissage della 27° Biennale di Sao Paulo (How to live together),
Sao Paulo_Citytellers è stato presentato contemporaneamente nello
spazio espositivo in forma di video installazione e nella televisione
nazionale brasiliana in forma di documentario.
Con questa operazione di "vasi comunicanti" l'opera diviene fruibile
simultaneamente al pubblico della vernice e ad un pubblico più ampio e
differenziato.
«Questa collaborazione si inserisce nell’articolata attività culturale che Ca’
Foscari propone ai suoi studenti e alla città – spiega Silvia Burini, pro
rettore alle Attività Culturali dell’ateneo – Il progetto in cui si inserisce
vuole indagare e approfondire l’opera d’arte in tutti i suoi aspetti,
analizzandone la nascita e lo sviluppo».
Making Art Projects:
Un nuovo format per raccontare la cultura a Ca’ Foscari. Un nuovo modo di considerare
l’opera d’arte partendo dalle condizioni culturali in cui l’idea si è trasformata
concretamente in quadro, installazione, performance, foto, film, spettacolo…
Una sorta di fabbrica dell’arte osservata in tutti i suoi processi. Partendo dall’opera vera e
proprio e andando a ritroso, risalendo tutte le fasi del “montaggio”, fino ad arrivare alla
progettazione e al modo in cui è nata l’idea che la costituisce.
Si chiama Making Arts Project ed è un nuovo “format” di incontri, convegni e
approfondimenti realizzato dall’Università Ca’ Foscari.
Il punto di partenza è la cultura, intesa come memoria non ereditaria della collettività che
attraverso l’arte si materializza. Con una lente d’ingrandimento sul backstage che mostra
l’ opera d’arte diventa cultura.
Biografia:
Francesco Jodice è nato a Napoli nel 1967. Vive a Milano. La sua ricerca artistica indaga
i mutamenti del paesaggio sociale contemporaneo con particolare attenzione ai nuovi
fenomeni di antropologia urbana. I suoi progetti mirano alla costruzione di un terreno
comune tra arte e geopolitiche proponendo la pratica dell’arte come poetica civile. È
docente di Fotografia presso il master di Cinema & New Media della NABA di Milano e
presso il master in Photography and Visual design di Forma, tiene un corso di
antropologia urbana visuale presso il Biennio di Arti Visive e Studi Curatoriali della NABA.
E’ stato tra i fondatori dei collettivi Multiplicity e Zapruder. Ha partecipato alla Documenta,
la Biennale di Venezia, la Biennale di Sao Paulo, alla Triennale dell’ICP di New York e ha
esposto alla Tate Modern, al Castello di Rivoli e al Prado. Tra i progetti principali l’atlante
fotografico What We Want, l’archivio di pedinamenti urbani Secret Traces e la trilogia di
film sulle nuove forme di urbanesimo Citytellers.
Francesco Jodice, SAO PAULO_CITYTELLERS Film, 48min, HD (2006)
Francesco Jodice, ARAL_CITYTELLERS Film, 48min, HD (2008)
Francesco Jodice, DUBAI_CITYTELLERS Film, 48min, HD (2010)