Francesco Correggia – Try this lens

Milano - 30/05/2020 : 15/06/2020

Una nuova mostra in galleria di Francesco Correggia dal titolo Try this lens in occasione della quale sarà presentata la produzione più recente dell’artista.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA ANTONIO BATTAGLIA
  • Indirizzo: Via Ciovasso 5 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 30/05/2020 - al 15/06/2020
  • Vernissage: 30/05/2020 no
  • Autori: Francesco Correggia
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: La mostra proseguirà fino a fine febbraio con orari da martedì a sabato 15,30 - 19,30 e su appuntamento

Comunicato stampa

Una nuova mostra in galleria di Francesco Correggia dal titolo Try this lens in occasione della quale sarà presentata la produzione più recente dell’artista. Per rimarcare il percorso pittorico di Correggia all’interno delle problematiche relative alla pittura scrittura sono presenti in mostra alcune opere degli anni Settanta / Ottanta nell’intento di attraversare lo sviluppo della sua ricerca artistica, visiva ed estetica. Il rapporto fra testo, pittura e scrittura è sempre stato fondamentale nell’opera dell’artista come anche l’importanza del pensiero filosofico nella costruzione dell’opera pittorica

Il corpo del testo poetico e filosofico s’incrocia con quello della pittura rompendo i margini di una visione tradizionale che vuole essenzialmente una pittura che opera sull’ottica, sulla visibilità. Francesco Correggia pazientemente opera negli interstizi della visione fra parola e paesaggio, testo e immagine, numeri e spazio, proposizione ed evocazione pittorica. E lo fa guardando alla storia della pittura, alla sua deriva romantica ancora inesplorata, da Turner a Cézanne. L’occhio, sembra volerci dire Correggia, non guarda bene le cose poiché è preso dalle apparenze e dalla velocità con cui vogliamo percepire la realtà che ci circonda. Bisogna pensare al non vedere per decifrare la realtà delle cose e ricercare quella verità di cui parlava Jacques Derrida; forse ancora decostruire l’idea di una visione chiara e distinta delle cose del mondo. Dunque, occorrono altre lenti con cui guardare il mondo. Provarle queste lenti, finché la luce trasformerà tutto il mondo in giocattolo, in vera presenza. Allora faremo gli occhiali così recita la poesia Dippold, l’ottico di Edgar Lee Masters.

Francesco Correggia (Catanzaro, 1950), vive e lavora a Milano dalla fine degli anni Settanta. Ha svolto un’importante attività didattica e teorica come docente all’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha scritto diversi libri sulle teorie dell’arte sempre attento alle continue mutazioni sociali. Numerosi cataloghi e monografie sono dedicati al suo lavoro.