Francesco Casolari – Imagines mundi

Bologna - 25/03/2015 : 24/04/2015

Nei lavori d’incisione di Francesco Casolari, la concezione del mondo contemporaneo, globale e globalizzante allo stesso tempo, viene stravolta, accompagnata da un vasto e fluido mondo di persone, luoghi e oggetti bizzarri.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO9APOSA
  • Indirizzo: Via Val d’Aposa 1/c - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 25/03/2015 - al 24/04/2015
  • Vernissage: 25/03/2015 ore 18,30
  • Autori: Francesco Casolari
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Lun-Ven 10-13/15-18 Sabato su appuntamento

Comunicato stampa

“Il Medioevo produce enciclopedie, Imagines Mundi che cercano maggiormente di soddisfare il gusto del meraviglioso, raccontando di paesi, lontani e inaccessibili, e questi libri sono tutti scritti da persone che non avevano mai visto i luoghi di cui parlavano, perché la forza della tradizione allora contava più che l’esperienza

Una mappa non intendeva rappresentare la forma della terra ma elencare le città e i popoli che si potevano incontrare.”
U.Eco “Storia delle terre e dei luoghi leggendari”



Nei lavori d’incisione di Francesco Casolari, la concezione del mondo contemporaneo, globale e globalizzante allo stesso tempo, viene stravolta, accompagnata da un vasto e fluido mondo di persone, luoghi e oggetti bizzarri. Città di tutto il mondo, da Parigi a NY, da Firenze a Oslo passando per Copacabana, sono incroci dove si incontrano icone pop, riferimenti architettonici, allucinazioni, gravità impossibili. Una mappa visionaria, imagines mundi, che è traccia narrativa di un tempo e di uno spazio “zero” dove tutto si moltiplica nell’ordine di immaginare una nuova e diversa prospettiva. I lavori soddisfano quel recondito sentimento di scoperta che vive dentro di noi, una caccia al tesoro all’interpretazione della realtà che ci si trova davanti.
Come in una cronaca, la descrizione scende a più livelli, rivelando un’allegoria universale dove creature meravigliose e riferimenti reali non contano più come singole unità riconducibili al contesto come lo abbiamo standardizzato nella memoria, ma come parti di un ecosistema in continuo movimento e trepidazione.
Uno schema imperfetto di una precisione fantastica, proprio come la vita.



Francesco Casolari nasce a Bologna nel 1982, dove vive e lavora. Inizia a incidere all’età di sei anni. Dopo gli studi di architettura e fashion design elabora lo stile delle sue acqueforti e ne affina la tecnica, aumentando la dimensione delle opere e aggiungendo la variante colore. I suoi lavori sono oggi presenti in numerose collezioni in tutto il mondo, da Parigi a Oslo, da Buenos Aires a Tokyo; ha partecipato a mostre e fiere italiane e internazionali. Oggi è rappresentato da CA Gallery (Bologna), BI-Box Art Space (Biella) e Galleria 74/b (Milano).