FotograficaMONTI – 2019

Roma - 10/04/2019 : 31/07/2019

Rassegna di opere fotografiche.

Informazioni

  • Luogo: ANTI GALLERY
  • Indirizzo: Piazza degli Zingari, 3 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 10/04/2019 - al 31/07/2019
  • Vernissage: 10/04/2019
  • Curatori: Barbara Martusciello
  • Generi: fotografia
  • Orari: lunedì - martedì - mercoledì - giovedì – venerdì; sabato 18:00 – 03:00; domenica 18:00 – 02:00

Comunicato stampa

FotograficaMONTI - 2019

Rassegna di opere fotografiche

A cura di Barbara Martusciello



Fabrizio Borelli, Alessandro Cidda, Daniele Cametti Aspri, Fabio De Benedittis, Stefano Esposito, Ferdinando Gatta, Joseph De Felici, Fabio Gasparri, , Guido Laudani, Dino Ignani, Claudio Orlandi, Massimo Scognamiglio, Paolo Torella

Serie di mostre dal 10 aprile a luglio 2029


AntiGallery, Piazza degli Zingari, 3 Roma


Orari: lunedì - martedì - mercoledì - giovedì – venerdì; sabato 18:00 – 03:00; domenica 18:00 – 02:00

………………………………….……………………………………………………….



AntiGallery, affacciata sulla storica Piazza degli Zingari a Roma, nel vivace quartiere capitolino di Monti, accoglie solitamente esposizioni di arte contemporanea e anche con particolare attenzione alla Fotografia. In questo senso è nata la rassegna FotograficaMONTI, curata da Barbara Martusciello che ha inteso titolare in modo giocoso una serie di esposizioni che, con cadenza serratissima e un carattere divulgativo, mettono a confronto tra loro, ogni volta, due o tre fotografi e artisti che usano la fotografia in un dialogo impostato sulla giustapposizione, su alcune analogie e un comune sentire palesato attraverso i temi peculiari della ricerca di ogni singolo autore.

La cadenza e durata delle mostre è organizzata da aprile a luglio e prevede un’esposizione ogni quindici giorni circa, per riprendere la manifestazione da fine settembre a tutto il 2019.



I primi appuntamenti e confronti in calendario:

#1 - mercoledì 10 aprile e fino a mercoledì 1 maggio

FABIO DE BENEDITTIS e FABRIZIO BORELLI sono accomunati dalla scelta del bianco e nero, da uno sguardo diretto su una realtà resa da un punto di visto etico e sociale; nel caso di Borelli, si riferisce a manifestazioni creative che negli anni ’70 animarono Roma di ex ricoverati psichiatrici, liberi dopo la legge Basaglia e la chiusura dei terribili manicomi; le immagini, nonostante il tema, sono piene di un’atmosfera vitale e liberatoria. Fabio De Benedittis propone una serie di piccole foto allestite come una narrazione filmica: è un reportage affettivo scattato recentemente a l’Havana, in cui l’autore ha alloggiato per alcuni mesi, vivendo con la popolazione e condividendo la vita di tutti i giorni: Cuba, pur protagonista di un totale rinnovamento dopo la concessione del Governo di libero espatrio all’estero dei cubani e l’allentamento dell’embargo americano, ha mantenuto quel carattere peculiare in cui il progresso e il consumismo, nel bene e nel male, non si sono sviluppati e che la fa quindi percepire ferma nel tempo.

#2 - sabato 4 maggio – lunedì 20 maggio

DANIELE CAMETTI ASPRI e GUIDO LAUDANI si confronteranno sul tema della città – nel caso specifico Roma – l’uno approfondendone l’aspetto più notturno e misterioso, quasi surreale, silente, di aree cosiddette periferiche ma residenziali di pregio (come Casal Palocco, ad esempio), scelte in momenti serali o all’alba, in cui la luce vira verso cromatismi bluastri; l’altro svelando l’estetica del quotidiano da rintracciare ovunque, nelle normali architetture abitative tanto quanto nelle strade più belle della Capitale, quasi a suggerire una realtà positiva e propositiva disponibile a tutti se la si sa vedere e soprattutto valorizzare (e salvaguardare). Entrambi immortalano tutto in assenza dell’essere umano percepibile, mancanza che dà alle immagini aspetto visionario e straniante.

#3 - martedì 21 maggio – martedì 4 giugno

STEFANO ESPOSITO e FABIO GASPARRI; si confrontano con immagini e linguaggio televisivo, tematiche “pop” che gli autori, diversamente, spostano su un versante più analitico, concettualistico. Nel caso di Esposito frequenze e dettagli di trasmissione si fanno quasi astrazione, esaltando la luce, mentre in quello di Gasparri le immagini sono frame significativi e accattivanti di film passati in Tv; in entrambi i casi, si tratta di prelievi, di decontesualizzazione e ricontestualizzazione di frammenti di visioni che, isolati e resi protagonisti unici delle fotografie, cambiano completamente il proprio significato di partenza scoprendo e sottolineando la bellezza e la pienezza di una singola immagine immortalata, laddove in Tv c’era e c’è sempre il bisogno di una lunga, completa narrazione.



A seguire

Da mercoledì 5 giugno a tutto luglio:

DINO IGNANI, PAOLO TORELLA, MASSIMO SCOGNAMIGLIO e ALESSANDRO CIDDA si confrontano sul tema del ritratto, ognuno diversamente, e diversamente facendo emergere la persona o il personaggio, oppure l’eroe di mondi immaginari; FERDINANDO GATTA e CLAUDIO ORLANDI sono affiancati proponendo dettagli di architettura e paesaggi da cui emerge la materia, la struttura, la geometria, la forza visiva, immaginifica dell’astrazione.

……………………………………………….…………………………………………..

La rassegna riprenderà a settembre con JOSEPH DE FELICI in personale