Flatform – Storia di un Albero

Torino - 18/07/2020 : 13/09/2020

In mostra l'ultimo lavoro di Flatform, Storia di un albero, vincitore della 6. edizione 2019 dell'Italian Council.

Informazioni

  • Luogo: FONDAZIONE SANDRETTO RE REBAUDENGO
  • Indirizzo: Via Modane 16 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 18/07/2020 - al 13/09/2020
  • Vernissage: 18/07/2020
  • Autori: Flatform
  • Generi: personale, video
  • Orari: sabato e domenica dalle 12 alle 19 Prenotazione obbligatoria

Comunicato stampa

Storia di un Albero di Flatform è un film e una videoinstallazione robotizzata.
La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino presenta la videoinstallazione robotizzata.
Storia di un Albero è un ritratto e il soggetto è tanto un organismo vivente non umano, quanto il territorio che questo abita da molto tempo.
Storia di un Albero si iscrive nella ritrattistica, componente fondamentale del corso di tutta la storia dell'arte, ridefinendo, però, la natura del soggetto, le modalità di sviluppo e la tecnica di espressione del ritratto

Infatti, in questo progetto il soggetto è un organismo vivente non umano che viene ritratto tramite immagini in movimento e suoni spazializzati che restituiscono il soggetto ritratto come un ideale testimone di quasi mille anni di storia di un intero territorio.
La video-installazione che viene presentata nella project room della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo è formata da una scultura robotizzata che tramite un videoproiettore incorporato manda il film su tutte le superfici dello spazio espositivo. Il film, infatti, si muove nella sala, a 360° e sui tre assi, scorrendo sulle quattro pareti, oltre che sul pavimento e sul soffitto. In questo modo il movimento delle immagini restituisce, ambientandolo nell’intero spazio espositivo, il lungo piano-sequenza che costituisce il film, riproducendo i movimenti che la macchina da presa ha compiuto tramite droni e steadycam. Così facendo, il ritratto dell’albero e la storia del territorio diventano una vera e propria pelle interna dello spazio. Tramite la scultura robotizzata, la durata del ciclo di movimenti del videoproiettore dall’inizio alla fine coincide con quella del film, ovvero circa 22 minuti. Il suono, spazializzato tramite 8 fonti sonore disposte nella sala, permette al visitatore di immergersi nel vortice sonoro, oltre che in quello visivo, creato dalla videoinstallazione.
Il film entrerà a far parte della collezione del MAMbo, Museo d'Arte Moderna di Bologna.

Storia di un Albero è corredato da un libro pubblicato da Silvana Editoriale.

Altri partners del progetto
Argos, Bruxelles - EYE Filmmuseum, Amsterdam - Light Cone, Paris - University of Lisbon - VDB Video Data Bank, Chicago - Istituto Italiano di Cultura, Amsterdam, Chicago, Lisbona - Toc Centre, Copertino

Progetto realizzato grazie al sostegno dell'Italian Council (6. Edizione, 2019), programma di promozione di arte contemporanea italiana nel mondo della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.