Federico Spoltore – I mondi

Chieti - 06/10/2012 : 06/10/2012

In mostra 190 dipinti dell’artista abruzzese Federico Spoltore (Lanciano/CH, 1902 - 1988), appartenenti alla vasta collezione d’arte che la banca ha costituito negli anni.

Informazioni

Comunicato stampa

Sabato 6 ottobre dalle 10.00 alle 19.00 Open Day CariChieti.
La banca si trasforma per un giorno in un museo ed accoglie cittadini, dipendenti ed ex
dipendenti con un duplice obiettivo: avvicinare il pubblico al proprio operato e valorizzare un
importante patrimonio artistico e culturale


La Sede Centrale della CariChieti resterà aperta l’intera giornata per permettere al pubblico di
visitare la Mostra "I Mondi di Spoltore" allestita presso gli uffici di Direzione Generale
Gli ospiti saranno accompagnati da guide specializzate nel percorso d’arte alla scoperta di ben
190 dipinti dell’artista abruzzese Federico Spoltore (Lanciano/CH, 1902 - 1988), appartenenti
alla vasta collezione d’arte che la banca ha costituito negli anni.
Per l’occasione è stato attivato un sito internet dedicato alla Mostra www.imondi dispoltore.it
dove gli utenti, navigando in una galleria virtuale, potranno anticipare l’esperienza della visita
alla Mostra oltre a reperire dettagliate informazioni sulle singole opere ed informazioni sui
giorni ed orari di apertura al pubblico.
L’Open Day rappresenta un momento di forte relazione con il territorio- afferma il Direttore
Generale Roberto Sbrolli- un giorno dedicato ai cittadini per far conoscere il corso, in equilibrio
tra tradizione e innovazione, dell’istituto bancario e permettere di ammirare parte del
patrimonio artistico che la banca conserva e valorizza.
La giornata è intesa anche quale momento celebrativo nell’ambito dei festeggiamenti per il
150° anniversario della nascita della CariChieti –prosegue Sbrolli- che intendiamo condividere
con tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo importante traguardo.
E sabato 6 ottobre ad animare gli uffici della Sede Centrale, saranno in particolare gli ex
dipendenti ed i dipendenti con le loro famiglie che si ritroveranno per condividere l’emozione e
l’orgoglio di aver partecipato alla storia della banca.
L’iniziativa dell’Open day s’inserisce nell’ambito di Invito a Palazzo, manifestazione giunta
alla sua XI edizione, promossa dall’ABI - Associazione Bancaria Italiana sotto l’Alto
Patronato del Presidente della Repubblica, con il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività
Culturali e del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, ed attuata per far
conoscere il patrimonio architettonico e artistico delle banche italiane.
Invito a Palazzo” è l’appuntamento dedicato all’annuale apertura delle più belle
sedi di banche e di fondazioni di origine bancaria d’Italia che, per un giorno, aprono le
loro porte mettendo in mostra i propri capolavori d’arte, non ad un pubblico di clienti,
ma di visitatori.
Oltre alla Sede Centrale di Chieti Scalo, CariChieti aprirà contestualmente anche le porte della
Succursale Parioli di Roma, terza in ordine di apertura nella capitale, che ospiterà una
temporanea dedicata a Filippo Palizzi, pittore abruzzese dell’800, fondatore della scuola
napoletana di Posillipo e propugnatore della cosiddetta “pittura di storia”.
In mostra una selezione delle opere del Palizzi, dedicata agli “usi e mestieri”, preziosa per
conoscere le arti nel meridione in età contemporanea.
Ad Invito a Palazzo partecipa ancora una volta anche la Fondazione Carichieti, che
accoglierà i visitatori nella nuova e prestigiosa sede di Palazzo de’ Mayo a Chieti, esempio di
eccellenza del barocco abruzzese.
Per l’occasione saranno aperte e visitabili, con orario continuato, tutte le sale del Palazzo e le
mostre permanenti tra le quali “La collezione d’arte della Fondazione Carichieti e della
Carichieti S.p.a.” un percorso nell’Ottocento europeo composto da oltre 40 opere, tra cui
spiccano capolavori di Giovanni Fattori, Francesco Paolo Michetti, Luigi Gioli, Costantino Barella
e l’altra grande permanente “Nel segno dell’immagine. Da Sassu a Ortega”, una raccolta di 130
opere di 90 artisti del XX secolo, messa a disposizione da Alfredo e Teresita Paglione.
Non mancherà neppure un percorso nel contemporaneo con lo “Sguardo di Garibaldi”
di Luca Vernizzi e la straordinaria “Prima Neve” di Omar Galliani.
Nel S.E.T. – lo spazio dedicato alle esposizioni temporanee sarà possibile ammirare
l’esposizione dedicata al centenario della nascita di Aligi Sassu, dal titolo “Sassu e
Corrente 1930-1943. La rivoluzione del colore”.