Fabrizio Tridenti – Everything and nothing

Nocciano - 15/02/2013 : 28/02/2013

La collaborazione tra il Museo e Archivio degli Artisti Abruzzesi Contemporanei (MAAAC) di Nocciano e lo spazio He5, studio associato di architettura e ingegneria, con sede nel palazzo Ferrini in via Falcone e Borsellino n. 38 (zona tribunale) a Pescara si apre con l’evento espositivo Everything and nothing dove saranno protagonisti gli ingegnosi objects di Fabrizio Tridenti.

Informazioni

  • Luogo: MAAAC - MUSEO E ARCHIVIO DEGLI ARTISTI ABRUZZESI CONTEMPORANEI
  • Indirizzo: Largo Madonna Del Piano 1 - Nocciano - Abruzzo
  • Quando: dal 15/02/2013 - al 28/02/2013
  • Vernissage: 15/02/2013
  • Autori: Fabrizio Tridenti
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, mentre su appuntamento in altre fasce orarie e in altri giorni della settimana.

Comunicato stampa

La collaborazione tra il Museo e Archivio degli Artisti Abruzzesi Contemporanei (MAAAC) di Nocciano e lo spazio He5, studio associato di architettura e ingegneria, con sede nel palazzo Ferrini in via Falcone e Borsellino n. 38 (zona tribunale) a Pescara si apre con l’evento espositivo Everything and nothing dove saranno protagonisti gli ingegnosi objects di Fabrizio Tridenti


L’incontro tra il MAAAC e He5 nasce dal desiderio di mettere in atto una particolare contaminazione tra il mondo dell’architettura, dell’ingegneria e del design con quello delle arti visive in genere: operazione fortemente voluta sia dal comitato tecnico scientifico del museo, da sempre alla ricerca di un hub su Pescara che potesse contribuire a far conoscere l’attività di ricerca della struttura noccianese, sia dal gruppo di He5 particolarmente convinto dell’importanza di rendere il proprio luogo di lavoro uno spazio stimolante capace di rendere l’attività professionale un momento di crescita totale.
Il primo appuntamento propone una personalità che si potrebbe definire “cerniera” perché rappresenta quell’interessante risultato tra la conoscenza ingegneristica dei materiali, l’innovazione delle composizioni architettoniche, il raffinato design e la stravaganza dell’arte contemporanea.
Fabrizio Tridenti è un artista che opera da diversi anni nel campo del gioiello contemporaneo. Autore indipendente, in breve tempo è riuscito ad imporsi a livello internazionale grazie ad un approccio metodologico non convenzionale e ad un continuo rinnovamento del suo linguaggio.
Versatile, non ama identificarsi in uno stile o in un genere in particolare. Negli ultimi anni, però, si sente vicino all’arte concettuale.
Osservatore delle anomalie e dei processi casuali della società li coglie e li trasferisce nel suo lavoro per ottenere risultati sia formali che di metodo; recentemente ha utilizzato anche la fotografia e il video.
Vincitore di numerosi concorsi internazionali, ha partecipato ad importanti mostre in tutto il mondo. In questi giorni i suoi lavori sono presenti al Festival di Lille (Francia) e nella rassegna storica sul gioiello d’arte a di design presso il Design Museum di Londra.
Molte sue opere sono state acquisite da musei e collezioni private e sono oggetto di innumerevoli pubblicazioni internazionali.
Everything and nothing è la terza fase di un’idea progettuale che si sviluppa nel tempo. Avviata lo scorso anno ad Amsterdam con Misuse, procede in Nuova Zelanda ad Auckland con Everything, per giungere infine a Pescara con Everything and nothing.


Attraverso un linguaggio formale quotidiano, si persegue l’obiettivo di scardinare le certezze nel poter rappresentare univocamente la realtà.
L’artista mostra situazioni ed oggetti da prospettive insolite, inusuali, inaspettate; spiazza lo spettatore confondendolo, e fa sorgere in lui il dubbio se poi esista veramente un’immagine univoca della realtà, o se invece, questa sia frammentaria, mutevole, sensibile ai nostri stati d’animo e cambiamenti.
E’ il punto in cui ogni cosa coincide con nessuna cosa…
La mostra curata da Ivan D’Alberto, direttore del MAAAC, sarà inaugurata venerdì 15 febbraio alle ore 19 e saranno presenti oltre all’artista anche i co-autori dell’operazione culturale Sibilla Panerai membro del cts del MAAAC e Antonio Cipriani architetto e membro del gruppo He5.
L’esposizione resterà aperta fino al 28 febbraio e potrà essere visitata dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, mentre su appuntamento in altre fasce orarie e in altri giorni della settimana.