Everydayjohncage Live

Rimini - 17/01/2012 : 17/01/2012

Una performance di Andrea Felli, Roberto Paci Dalò e Leonardo Sonnoli, come contributo a Art’s Birthday global network. Nella performane sono utilizzati materiali di Cage remixati e distribuiti negli spazi della neonata galleria d’arte moderna e contemporanea di Rimini.

Informazioni

Comunicato stampa

Il 17 gennaio alle ore 21 presso FAR Fabbrica Arte Rimini si presenta “Everydayjohncage Live” una performance di Andrea Felli, Roberto Paci Dalò e Leonardo Sonnoli, come contributo a Art’s Birthday global network.

Nella performane sono utilizzati materiali di Cage remixati e distribuiti negli spazi della neonata galleria d’arte moderna e contemporanea di Rimini.
Il suono viene distribuito attraverso un sistema multicanale in diversi spazi del Far mentre gli stessi spazi sono disegnati attraverso immagini proiettate basate su typefaces, frasi di John Cage, libri sfogliati in diretta


Un contributo al network Art’s Birthday www.artsbirthday.net e trasmesso in streaming in diretta da qui: www.everydayjohncage.tumblr.com

Dal 1 gennaio al 31 dicembre 2012 un sistema virale distribuisce quotidianamente nello spazio pubblico della città e in luoghi privati frammenti e materiali legati a John Cage.
Difficile etichettare John Cage “semplicemente” come compositore. Cage è stato infatti l’agente scatenante di una serie di innovative ricerche nell’ambito di arte, scienza e natura del secolo scorso. Al di là della retorica celebrativa (nato nel 1912 ne ricorre il centenario) Cage è parte dei pensieri e delle pratiche quotidiane di molti di noi.
È per questo che nell’oceano di celebrazioni cageane in tutto il mondo (concerti, festival, mostre, convegni) si è pensato a un progetto paradossale, tanto piccolo quanto enorme: un anno di Cage a Rimini. Quotidianamente. Forse qualcosa che in giro per il mondo non c’è. Tanto per non smentire la vocazione fellinista, iperbolica e visionaria di questa città. E Cage da Rimini è passato. Una sera, nel giugno del 1978, è arrivato col suo trenino “preparato” e sui binari c’è stata una grande festa con la banda, il vino, i cibi. Così è apparso alla città.