Energia Sinfonia

Roma - 12/06/2014 : 12/06/2014

Un confronto su quattro temi di discussione, cosmo, musica, psiche e sviluppo e un progetto educativo a cura del Dipartimento Educazione del MAXXI a partire da quattro opere di Andrea Boldrini.

Informazioni

Comunicato stampa

nergia Sinfonia

Quattro argomenti per quattro opere di Andrea Boldrini
Cosmo, Musica, Psiche e Sviluppo

MAXXI B.A.S.E., Giovedì 12 Giugno ore 18:00
Sala Graziella Lonardi Buontempo | Ingresso libero fino a esaurimento posti

intervengono
Margherita Guccione, Stefania Vannini, Francesca Pietracci, Gabriel Maldonado, Roberto Petrini, Enrico Colombo, Francesco Sylos Labini, Andrea Boldrini

a cura di Francesca Pietracci
in collaborazione con: Incontri Internazionali d’Arte, Dipartimento Educazione del MAXXI

www.incontriinternazionalidarte.it | www.fondazionemaxxi.it

Roma, 9 giugno 2014.Un confronto su quattro temi di discussione, cosmo, musica, psiche e sviluppo e un progetto educativo a cura del Dipartimento Educazione del MAXXI a partire da quattro opere di Andrea Boldrini.
E’ questo, in sintesi, il progetto Energia Sinfonia, a cura di Francesca Pietracci, che sarà presentato al MAXXI B.A.S.E. il prossimo giovedì 12 giugno (ore 18:00, ingresso libero fino a esaurimento posti).
L’incontro è promosso da Incontri Internazionali d’Arte in collaborazione con il Dipartimento Educazione del MAXXI che, insieme all’artista, svilupperà a partire dal prossimo settembre un progetto con le Case Famiglia Caritas di Villa Glori che ospitano i malati di AIDS.

Energia Sinfonia a cura di Francesca Pietracci
Il meeting Energia – Sinfonia nasce da un confronto con le opere di Andrea Boldrini, artista che lavora da anni sul tema dell’energia intesa come idea in grado di avvicinare ambiti diversi quali l’astronomia, la musica, la psichiatria e l’economia. Le sue opere infatti amalgamano saperi e linguaggi, diventando uno strumento utile alla decostruzione e alla comprensione del presente.
L’artista rappresenta un pianeta visto dallo spazio, all’interno del quale la sfera del reale si sovrappone a quella di un paesaggio interiore, per dare vita a ciò che lui definisce un metapaesaggio. Il suo invisibile non si colloca quindi fuori dal mondo, ma nelle pieghe della sua intimità, oltrepassando quella scienza della natura che invece, per dirla con Maurice Merleau-Ponty, manipola le cose e rinuncia ad abitarle. Boldrini si spinge dunque ai limiti dell’esperienza sensibile sia attraverso la ricerca psicologica che attraverso la ricerca astronomica.
Grazie a potentissimi telescopi, da lui stesso progettati, riesce ad abitare lo spazio, le sue nebulose, le sue tempeste, il suo buio e i suoi colori e da lì capta il pianeta Terra, nei paesaggi trasparenti e nelle folle di esseri umani che lo abitano e che lo abitarono.
Dalle energie cosmiche della natura, in gran parte “oscure”, ma pur sempre conoscibili, si passa, attraverso l’arte, alle energie creative dell'essere umano. […].

Programma e Interventi
Introducono: Margherita Guccione, Direttore MAXXI Architettura; Stefania Vannini, responsabile Dipartimento Educazione del MAXXI.
Intervengono: Francesca Pietracci, curatrice indipendente, Il corpo nella mente; Gabriel Maldonado, Presidente Fondazione Estuardo Maldonado (Ecuador), Il suono cosmico e le sue influenze nella composizione musicale; Roberto Petrini, Inviato di Repubblica, Etica ed Economia a partire da Adam Smith; Enrico Colombo, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Cofely Italia, Gruppo GDF SUEZ, Come puntare all’innovazione mediante l’efficienza energetica e le politiche di sviluppo; Francesco Sylos Labini, Ricercatore presso il "Centro Enrico Fermi" di Roma, La struttura a larga scala dell'universo.
Conclude: Andrea Boldrini

Il Progetto Educativo
Il progetto del Dipartimento Educazione del MAXXI partirà dopo l'estate e coinvolgerà le Case Famiglia Caritas di Villa Glori che ospitano i malati di AIDS, già venuti al MAXXI per una visita guidata e un primo incontro con l'Istituzione museale.
Tra le attività del Dipartimento Educazione, infatti, c'è una particolare attenzione alle categorie disagiate: sono stati realizzati percorsi ad hoc per migranti e persone con disabilità di varia natura, coinvolti sempre con persone normodotate, nell'ottica dell'inclusione e integrazione.
Nel caso del progetto con Andrea Boldrini, gli incontri si terranno alle Case Famiglia di Villa Glori ma coinvolgeranno anche le comunità dei quartieri Parioli, Pinciano e Flaminio.
Si comincerà con incontri in notturna di osservazione del cielo, uno dei temi della poetica di Boldrini, che ha costruito appositi telescopi. Sulla base di una prima esperienza avvenuta nel luglio 2013 nel Campus Bio-medico di Roma, il Dipartimento Educazione coinvolgerà i malati e il pubblico che vorrà partecipare in una fase di osservazione del cielo e poi nella realizzazione di un’opera collettiva, iniziata dall’artista.