Emmanuelle Potier – 365 giorni

Lucca - 27/01/2018 : 12/02/2018

L’artista francese Emmanuelle Potier presenta il suo progetto “365 GIORNI”.

Informazioni

Comunicato stampa

Riprenderanno questo sabato, 27 gennaio 2018 dalle ore 20:00, le attività culturali promosse dall’Associazione TERZOPIANO di Lucca. L’artista francese Emmanuelle Potier presenta il suo progetto “365 GIORNI”, e sono molti gli eventi proposti: dalla presentazione del libro d’artista 365 giorni della Potier, all’inaugurazione della mostra che vede l’esposizione della quasi totalità delle 365 opere originali che compongono questo lavoro. La serata lucchese dedicata all’arte contemporanea, ed aperta a tutti coloro che desiderano far parte dell’Associazione, vede la presentazione dei nuovi progetti e delle residenze d’artista curate da Alessandra Poggianti

Per finire, l’Associazione TERZOPIANO offre una cena a tutti i soci, vecchi e nuovi, che entro venerdì 26 confermeranno la loro presenza.



IL PROGETTO EDITORIALE E LA MOSTRA 365 GIORNI DI EMMANUELLE POTIER

Dell’artista francese, che vive e lavora anche in Toscana, l’Associazione TERZOPIANO presenta il libro e la mostra 365 GIORNI, aperta al pubblico fino al 12 di febbraio.

Il libro si presenta come un insieme di 365 dipinti che formano il panorama pittorico di un intero anno, l’anno 2015, vissuto dall’artista. “Tutto è cominciato come un gioco: tutti i giorni, accendere la radio durante il tragitto verso l’atelier e farsi ispirare dalla prima notizia che si sente per farne un piccolo dipinto.”

Ogni giorno, per 365 giorni, pittura e attualità si legano tra loro fino a diventare un gioco appassionante che crea quasi dipendenza. L’artista diventa un messaggero che crea e unisce dipinti e associazioni di idee.

L’opera è destinata non solo a esperti e appassionati di pittura e giornalismo, ma è rivolta a un pubblico vasto ed eterogeno che comprende adulti e bambini. Per una visione differente del 2015 che passa e ripassa in un “eterno ritorno”.



Il libro è arricchito dalla doppia prefazione che mette a confronto il punto di vista di Ramon Tio Bellido, dottore in Storia dell’Arte, critico d’arte e curatore indipendente, e quello di Marion Zilio, dottore in Estetica, Scienze e Tecnologie delle arti, critico d’arte e curatrice indipendente.



Nata nel 1983 nel dipartimento della Mosella francese, Emmanuelle Potier, è titolare di un Master in scambi culturali tra Francia e Italia presso l’Università “Sorbonne Nouvelle”. Nel 2011 crea “Le Mètre Carré”, struttura che dirige con passione e la cui volontà è fare avvicinare e sensibilizzare il grande pubblico all’arte contemporanea.